monumenti

         

           Interessante Ŕ da visitare:

la Chiesa di Maria SS. Assunta (in albanese "kýmisis"), di rito bizantino-greco, fa capo all'eparchia di Lungro di Calabria e conserva i rituali della liturgia di San Giovanni Crisostomo, ai quali e' possibile assistere ogni domenica, durante le feste principali e in occasione di battesimi e matrimoni. Costruita nel 1754 da esuli albanesi, svela le pregevoli iconostasi, 75 preziosi dipinti su tavole dal XV al XX secolo riconosciute dal Ministero dei Beni culturali come opere storico-artistiche di interesse internazionale e tali da costituire l'unica collezione in tutta l'Europa occidentale; si distinguono, fra l'altro, una Madonna con Bambino (secolo XV) un Parto della Vergine del '500, San Giorgio e il drago e un'Ascensione del '400 presumibilmente della scuola di Mosca, l'icona della SS.TrinitÓ eseguita a tempera nel XV, la preziosa icona di arte greco-bizantina, raffigurante la Nascita di Maria, eseguita con la tecnica della tempera, Ú databile al secolo XVI.

Resti di un villaggio neolitico - Su di un terrazzo fluviale di Villa Badessa, sulla riva destra della Nora, in posizione analoga del villaggio neolitico di Catignano, diciotto trincee esplorative hanno evidenziato i resti di un villaggio riferibile alla cultura di Catignano. Sono stati messi in luce anche numerosi pozzetti contenenti rifiuti e ceramica alto-medievale.
I pochissimi elementi nuovi emersi a Villa Badessa rispetto a Catignano hanno un significato ambivalente per un inquadramento cronologico: infatti si potrebbe avanzare l'ipotesi di testimonianze a Villa Badessa di un momento iniziale nell'ambito del processo evolutivo della cultura di Catignano.

 
lunetta portale
Chiesa di Santa Maria Assunta. Lunetta del portale
 
icona badessa
Icona nella chiesa di Maria SS. Assunta
 
 Santa Maria Assunta
Chiesa di Santa Maria Assunta
 

ritorna