storia

         

          Situato tra la confluenza dei fiumi Neto e Lese, etto anche Belvedere di Levante, o Terra di Giordana, assieme a Monte Spinello sorse in territorio di Cosenza. Le prime notizie dell'esistenza di Belvedere risalgono all'epoca della guerra dei Vespri, allorquando Carlo I d'Angiò, nel 1282, ne investiva Giovanni Monfort per ricompensarlo in parte delle terre perdute in Sicilia in conseguenza della guerra. Assunse l'attuale nome nel 1863, dall'unificazione dei due centri Belvedere e del Monte Spinello. Nel 1450 faceva parte del Principato di Cerenzia. Passò quindi ai Principi Rota e poi al Principe Marcantonio Lucifero. La Santa protettrice è la Madonna della pietà che si festeggia in paese il primo martedì di Giugno. Da ricordare tra i prodotti tipici ed artigianali le scarpe prodotte dall'unica fabbrica della zona e due importanti fiere che si svolgono il 24 e il 25 aprile. Gli abitanti si chiamano Belvederèsi o Spinellèsi.


 

 

 

 

 

 

ritorna