monumenti

         

           Interessante č da visitare:

          soprattutto nella zona centrale e dominante del paese, dal restauro di un antica fortezza fondata dai padri domenicani nel 1486 sono sati rinvenuti dei ruderi di una chiesetta di stile bizantino costruita dalle prime famiglie albanesi giunte a Firmo e giudate dal papas Giovanni Prevatą. La chiesetta era una devozione al santo patrono Atanasio il Grande, patriarca di Alessandria d'Egitto. L'antico  Convento dei Domenicani, Ka Kellogjeri = dai monaci, punto di riferimento storico della nascita del paese č destinato a diventare un centro importante per il recupero delle tradizioni e della cultura degli arbėreshė. (Un progetto dell'aministrazione comunale prevede infatti in esso:la costituzione di un museo, di un centro studi e di un laboratorio per la confezione di costumi tradizionali arbėreshė);

nella Chiesa dedicata a San Giovanni Battista, edificio di architettura eclettica, opera di maestranze provinciali, sono custodite alcune statue processionarie;

la chiesa dedicata a Santa Maria Assunta in Cielo, di edificazione recente (sec. XIX), č caratterizzata da torre campanaria a pianta quadrata, con cella di forma ottagonale sovrastata da copertura a cuspide. L’interno č decorato con stucchi e forme neoclassiche. Sulla destra, arazzo ricamato in oro proveniente dalla Grecia su cui č ritratto Gesł deposto; segue statua lignea di Sant' Atanasio e piccola tela con Santa Filomena; poi effigie di San Rocco opera di G. Martone del 1905 e pił avanti, l’Addolorata. In apposite nicchie di legno, gruppo di statue: San Giuseppe, l’Immacolata, Sacro Cuore, Madonna del Carmine con i SS. Pietro e Paolo. Sull’altare maggiore, fila di panche corali con alti postergali e, in alto, due affreschi: Nativitą e Ultima Cena. Sul lato sinistro, affreschi incompleti del maestro contemporaneo Giuseppe Drobunik; segue gruppo statuario con l’Assunta, in legno del sec. XIX, e statua di San Francesco di Paola. Sulla volta affreschi eseguiti da Polimero De Marco nel 1869 raffiguranti: San Francesco di Paola, Sant' Atanasio, l’Assunta, il Battesimo di Cristo. Inoltre, tela deteriorata su cui č effigiata una Crocifissione. Sulla volta della sagrestia, affresco del 1780 raffigurante Sant' Atanasio;

la Cappella dedicata alla Madonna di Aprile, la cui edificazione sempra essere legata ad una suggestiva leggenda o ad un'evento miracoloso;

in contrada Santa Margherita sono emersi resti di una villa romana d'epoca imperiale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



 

 

 

 

 

 

 

ritorna