monumenti

         
           Interessante sono da visitare:

la
Chiesa Matrice latina dell'Annunziata, edifìcata nel  1572 di piccole dimensioni, fu successivamente ampliata mantenendo le linee architettoniche attualmente visibili. Sita nella piazza principale, presenta la facciata e il campanile rifatti nel 1924 con stile neogotico. L'interno è a croce latina con tre navate scandite da pilastri che sorreggono archi a pieno centro.  L'abside è rettangolare con tela raffigurante l'Annunciazione (J.Burgio) con due cappelle laterali con cupola spaziosa. Nelle pareti laterali insistono sei cappelle decorate con stucchi del'800.  Numerose sculture lignee adornano gli altari laterali (secc. XVIII-XIX): tra le tante segnaliamo la Sacra Famiglia (ignoto scultore di scuola siciliana del sec. XIX) e la Madonna Addolorata con argento sbalzato (1702).

la Chiesa Matrice greca di San Nicola,
risale agli inizi del '500. Restaurata varie volte, l'aspetto attuale è del 1934. Fornita di iconostasi. Vi si trovano icone bizantine del XVI sec., una Theotokos del XIII sec., un Crocifisso d'avorio su croce d'ebano del XVII sec. e una crocetta athonita di legno finemente intagliata. Numerose statue lignee;

la Chiesa Santa Maria delle Grazie,
Agli Albanesi, arrivati a Mezzojuso nel XV sec., fu concessa la Chiesa di Santa Maria che, riparata, fu officiata secondo il rito bizantino-greco. Ampliata fino alle dimensioni attuali, Olivio Sozzi e il figlio Francesco ne affrescarono nel 1752 i medaglioni dei Santi Padri greci. Nel 1901 viene sostituita l'antichissima pergula con l'attuale iconostasi, contenente icone bizantine del XVI sec. Inoltre vi si trovano: una Platytèra di origine cretese o cipriota, una crocetta athonita di bosso finemente scolpita (XV sec.), il mausoleo del nobile Andrea Reres, discendente da Demetrio Reres, parente del grande Skanderbeg. Annesso alla chiesa vi è un convento dei frati basiliani in cui ha sede un laboratorio di restauro del libro antico per la cui visita occorre bussare al convento dei monaci;

la Chiesetta della Madonna dell'Udienza tra il verde della Brigna, del '600;

Il Castello, più che un palazzo signorile, era fornito di vasti magazzini per i prodotti del feudo. Interessanti gli appartamenti dei nobili per gli affreschi e la pavimentazione in ceramica.

 

 

chiesa matrice esterno

Esterno Chiesa Matrice di San Nicola

chiesa matrice interno

Interno Chiesa Matrice di San Nicola

 

ritorna