tradizioni

           
              La Festa del Mastro in Campo
 
E' una manifestazione poco conosciuta del Carnevale in Sicilia.
Si svolge ogni anno a Mezzojuso, l'ultima domenica di Carnevale.
Il Mastro di Campo Ŕ una pantomima, rappresentata nella piazza del paese fin dal XVII secolo. Tutto inizia verso le 14 con una breve farsesca sfilata della coppia reale seguita dal maestro delle cerimonie e vari dignitari della corte. Poi arriva il mastro di Campo, un cavaliere innamorato della regina che indossa una strana maschera rossa e comincia a fare varie evoluzioni sul suo cavallo.
Il fatto che si tratti di un cavaliere armato di spada ha suggerito a molti studiosi,  un certo collegamento fra questa festa e il grande successo dell'opera dei pupi in Sicilia.
Il cavaliere si cimenta nell'impresa della conquista dell'amata che nel suo castello, rappresentato da una impalcatura, partecipa con la Corte ad una festa danzante. Egli Ŕ aiutato dai cosiddetti "ingegneri" che con enormi compassi misurano la piazza per decidere quale strategia adottare.
Recenti studi hanno negato la spiegazione "storica" di questa strana farsa che, secondo alcuni, trovava un parallelismo con la storia di Bernardo Chiabrera e la regina Bianca di Navarra realmente avvenuta nel 1412, quando Bianca era fuggita dallo Steri e si era rifugiata a Solanto.
Ma ci sono importanti differenze:
Bianca odiava Chiabrera, mentre a Mezzojuso il cavaliere piace alla regina:
ogni volta che il re volge le spalle, lei gli sorride e cerca di attirare la sua attenzione con un fazzoletto fra l'ilaritÓ generale.
Ci˛ che Ŕ importante non Ŕ stabilire la natura del rapporto della farsa con i fatti storici, ma Ŕ senza dubbio significativo che tale collegamento sia in effetti stato operato, anche se spesso seminconsciamente, a livello popolare o dagli eruditi locali.

M.C.

                La processione del giovedý Santo

Il giovedý Santo si svolge secondo il rito latino. Nella Chiesa di M. SS. dell’Annunziata ore 20.00 dopo la singolare "lavanda dell'altare", le confraternite, indossando i caratteristici abiti ed aprono la processione della ornatissima statua dell’Addolorata.

                            La Passione del venerdý Santo

L'Ufficiatura della Passione, la Crocifissione, il Vespro e la Deposizione di Cristo dalla Croce, si effettua nella Chiesa di San Nicol˛ di Mira; i fedeli preparano l’urna per la sepoltura di Cristo, intrecciando fiori.
Alle ore 20 la processione del Cristo morto accompagnata da cori di elogio e di lamentazione, carichi di drammaticita’ e lirismo, percorre le vie del paese.
 
 

fase1

fase2

fase3

Varie fasi del Mastro in Campo

 

ritorna