tradizioni

    

          La Pasqua è senza dubbio l'evento più importante anche dal punto di vista turistico, richiamando migliaia di turisti, provenienti da tutto il mondo per ammirare la bellezza del costume albanese indossato nella sfilata ma anche per il solenne Pontificale in rito greco-bizantino. Particolarmente suggestivo è l'Ingresso di Gesu’ a Gerusalemme.
Processione delle ore 10.00. Il Vescovo preceduto da un corteo di Papas e di donne in costume, percorre le vie del paese in groppa ad un asinello rievocando l’ingresso di Gesù a Gerusalemme. Segue quindi la messa pontificale nella cattedrale di San Demetrio. Il giovedì Santo invece si esegue il

Rito del Lavaggio dei Piedi con funzione religiosa in lingua greca e albanese. Nella pontificale della Domenica delle Palme invece c'e la benedizione delle "Panare" (cestini di pasta frolla con uova rosse) si benedicono quindi le uova nella Messa del "Cristo risorto" segue il sorteggio del "brezi" (la cintura del costume tradizionale)

Particolarmente sentito è il Carnevale (Kalivari) che ricorre dall'indomani dell'Epifania al mercoledì delle Ceneri, con balli e travestimenti, ogni giovedì, sabato e domenica.

Molto intensa è l'attività culturale tesa al mantenimento del patrimonio etnico-linguistico: si svolgono ogni anno manifestazioni teatrali in lingua albanese, esibizioni di gruppi folkloristici, come anche fiorente è la produzione letteraria albanese di autori locali conosciuti anche in Albania.

 

ritorna    

 

costumi tradizionali

Costumi tradizionali

pianalbanesi.JPG (131817 byte)

Abito tradizionale di Piana degli Albanesi tratto
dal volume "Costumi degli albanesi d'Italia"