Claudio Grandinetti artisti ceris,archivio d'arte, archivi, pittori, scultori, artisti, siti personali, arte, arte, arte, arte, arte arti
 
 
      .

Claudio Grandinetti

 

Mail Art  (Arte Postale)

La Mail Art  (Arte Postale in Italia) è una forma di arte spedita per corrispondenza diffusasi a partire dai primi anni 60. L’ideatore di quello che ben presto diverrà un vero e proprio movimento impiantato e supportato subito dopo anche nel Network, è l'artista americano Ray Johnson già membro del gruppo Fluxus. In Italia l'arte per corrispondenza ha iniziato a diffondersi solo nella seconda metà degli anni 70, grazie alle operazioni concettuali di "autostoricizzazione" di Guglielmo Achille Cavellini (GAC). Libera ed aperta a chiunque ma soprattutto priva di regole prefissate e senza fini di lucro, la Mail Art esalta il confronto, lo scambio gratuito e disinteressato tra artisti e proprio attraverso i canali postali. Il “dono” manifestazione spontanea, unica e rara nell’Arte Postale, ne diviene il simbolo. Il postino ignaro, ancora oggi consegna puntualmente i suoi regali e non sa che sono opere di Mail Art. Anche le poste (e quelle di ogni nazione) timbrano i loro valori bollati ma spesso inavvertitamente timbrano anche i francobolli autoprodotti e quindi falsi dei Mail Artists e per il Mailer è una grande soddisfazione. Ma la Mail Art non è solo arte spedita per posta (dirà a giusta ragione Ruggero Maggi noto artista italiano) perché ben presto agli artisti ai grafici e agli scultori si affiancheranno poeti, poeti visivi, architetti, performers, installatori nonché musicisti. Il dato di fatto più sconcertante è che la Mail Art oggi, a distanza di più di quaranta anni, è viva, si rinnova, si trasforma, ed è definita senza alcun dubbio forse l’ultima vera avanguardia artistica esistente e consolidata. Sicuramente qualcuno dei Mail Artists attivi da qualche anno forse non opera più, perché è passato a miglior vita o semplicemente perché si è ritirato…Ma il testimone è passato automaticamente alle nuove generazioni ed il camaleontico movimento si trasforma e rivive. Una testimonianza tangibile sono ancora appunto le innumerevoli opere Mail solitamente ricche di interventi manuali, colorazioni, collages, decollages, timbri, bolli, oggettini tridimensionali applicati, etichette, libri d’artista ecc. e poi gli accattivanti progetti che danno vita ad un interscambio culturale di levatura mondiale. Non possiamo disconoscere che questo incredibile e stimolante circuito artistico internazionale multimediale sta caratterizzando il nostro secolo e ci dirà in un futuro assai prossimo se  la Mail Art è realmente immortale!

Claudio Grandinetti

frecciadestra.GIF (4027 byte)

 

 
logcerisarte.gif (3443 byte)
Contenitore d'Arte Moderna e Contemporanea