artisti ceris,archivio d'arte,archivi, pittori,scultori,artisti,siti d'arte,siti personali,arte,arte,arte,arte,arte . artisticeris

      .

Le Calligrafie di Chen Li in mostra a Ivrea

 
 
"La vita segreta delle lettere”

Associazione no profit Albero della Speranza, via Arduino 41, Ivrea. Tel. e fax 0125.633243; www.alberosperanza.it. Ingresso libero
dal martedì al sabato con orario 9.30-12.30 e 15.30-19.
Dal 3 marzo fino al 9 aprile.

“Le calligrafie di Chen Li in mostra presso l’Albero della Speranza in Via Arduino 41,Ivrea, dal 3 marzo al 9 aprile, suscitano curiosità, sorpresa e stupore già nel titolo.
Mi avventuro a “leggerle” queste Calligrafie della giovane artista cinese, senza alcuna preparazione né competenza: esse mi colpiscono perché sono belle.
Il nome “calligrafie” rientra in un bel ricordo. Ero piccolo, facevo le elementari a Barone; la nostra bravissima maestra ci faceva fare esercizio  di calligrafia o bella scrittura e io ero contento di quel mio “bello scrivere”.
Già allora sapevo che “calligrafia” significa “segno grafico bello”. Poi, studiando, ha imparato la derivazione del termine: dal greco kalos bello o da kallistos bellissimo: dunque “segno bello o meglio bellissimo”.
Le lettere dipinte da Chen Li sono belle, anzi bellissime. L’artista ha questo dono: sa scorgere il bello nascosto nella realtà e sa raccontarlo. Noi, le lettere, per lo più non le guardiamo. Guardiamo al massimo l’intera parola. Esse, invece, hanno identità e bellezza, una ad una e, messe insieme, formano un coro di bellezza.
Questo sa fare Chen Li: sa dipingere le lettere una ad una e, mettendole insieme, ottiene un quadro suggestivo e fragrante. La pennellata fatta con arte dà loro forma, colore, inclinazione; ed eccole, le lettere vive, che avanzano dal fondale e raccontano.
Insieme formano parole dotate di senso, fanno armonia. Sì, quelle lettere vivono, parlano.
Mentre Chen Li dipinge quelle “lettere che parlano e insieme fanno musica” immagino sorrida e le guardi commossa. Poiché sono offerte a noi con arte, anche noi, quando le guardiamo,  sorridiamo e ci commuoviamo.
Quando poi togliamo da loro lo sguardo, ce ne andiamo contenti come i bambini, contenti di aver scoperto un tesoro nascosto, appunto la vita segreta delle lettere.”
Renzo Gamerro

Si tratta di lavori su carta e tela dove il segno è protagonista. Talvolta le lettere sono chiare, altre volte timide e si nascondono sotto le compagne. Quando vediamo un testo viene spontaneo cercare di leggere, ma in questi lavori le lettere hanno una propria vita, diversa dal ruolo che abbiamo sempre loro affidato.
È il mondo delle 26 lettere dell’alfabeto. Danzano sulla superficie, fanno le capriole e ridono. Come bambini lasciati liberi. O forse è lo spirito delle parole che dona forza ai caratteri e li rende indipendenti dalla leggibilità. Come su un palcoscenico ci sono storie che solo le lettere, la carta e i colori sanno raccontare.”

“II mondo della scrittura e dei segni non è solo un mezzo per comunicare parole, ma anche per tracciare il carattere, scoprire il senso estetico ed il rapporto con lo spazio che ognuno ha. L’obiettivo è l’espressione personale artistica completa attraverso un lavoro sul segno, il gesto, il carattere. Anche creando da sé strumenti artigianali di scrittura con materiali che si trovano in natura come il legno, il bambù o materiali di scarto come i tappi di bottiglia, pezzi di metallo o plastica.
Come l’architettura e le mode, anche la calligrafia è cambiata nel tempo sia per le forme, sia nel suo ruolo. Ormai nessuno considera più la scrittura come una parte essenziale del bagaglio culturale di una persona, ma è necessario sapere che la cultura è nella scrittura stessa. La calligrafia si può ritrovare anche nell'esperienza dei grandi artisti contemporanei: qui la scrittura diventa un pretesto per fare arte. L’importante in calligrafia secondo me è divertirsi facendo delle piccole cose, cercando di dare il meglio di sé.”
Chen Li

Curriculum
Chen Li nasce in Cina nel 1972. A 4 anni si trasferisce a Milano con la famiglia e vi abita fino al 1989, anno in cui parte per Torino. In questa città completa gli studi conseguendo nel 1998 il D.U. (Politecnico di Torino) in Tecniche ed Arti della Stampa. Segue vari workshop con maestri calligrafi di fama internazionale tra cui Brody Neuenschwander e matura la sua personale esperienza di artista e grafico pubblicitario che lavora con la lettera. Il suo lavoro si esprime attraverso le lettere e le loro forme astratte, con un’attenzione particolare al segno e alla composizione.
Ha esposto in varie occasioni in personali e collettive sia in Italia, sia all’estero. Insegna calligrafia dal 1996.
Tra i progetti per il futuro desidera trovare un punto di incontro tra la cultura orientale e quella occidentale e riuscire a raccontarla con il segno sulla carta. Attualmente abita a Torino.

frecciadestra.GIF (4027 byte)

 

 
logcerisarte.gif (3443 byte)
Contenitore d'Arte Moderna e Contemporanea