a

        .

           ARCHIVIO INTERNAZIONALE MAIL ART
   THE TREE OF THE POETRY    
 
ITINERARI 80 CENTER
By  Giancarlo  Da Lio
Via Cavallotti 83 B
30171 VENEZIA MESTRE
ITALY

 

ALBERO DELLA  POESIA DAL 1989  IL 25 APRILE

 

THE TREE of POETRY FROM 1989  EVERY YEAR ON APRIL 25TH

 

 
PARTECIPANTI
PARTICIPANTS

ITALIA

ROBERTO ACCORTI, MATTEO ALBERTIN, IVANO ANTONAZZO, ESTER APA, LEOPOLDO ATTOLICO, TIZIANA BARACCHI, ENRICO BAJ,  SILVIA BARSI, SAURO BARTOLI, LANCILLOTTO BELLINI, PIERGIORGIO BERALDO,  GRAZIELLA BETTINARDI, RITA BONINI, FERNANDA BORIO, ANNA BOSCHI, ALFREDO BRUNI, BRUNO CAPATTI, LAMBERTO LAMBI CARAVITA, ALESSANDRO CECCOTTO, BRUNO CHIARINI, GIANFRANCO CHINELLATO,  PIERMARIO CIANI, PAOLO G. CONTI, CARMELA CORSITTO, LAURA CRISTIN, MARIA PIA DAIDONE, GIULIA DA LIO, CATERINA DAVINIO, ANDREA DELLA ROSSA,  MARY de RACHEWILTZ, CARLO DESIRO’, ADOLFINA DE STEFANI, MARCO di MAURO, STELLA DINA, MARCELLO DIOTALLEVI, GIANNI DONAUDI, OSVALDO FORNO, ATTILIO FORTINI, NICOLA FRANGIONE, GIORDANO GENGHINI, MAURO GENTILE, CLAUDIO GRANDINETTI, LORENZO GUASTI, ALESSANDRO HELLMANN, CESARE IEZZI, ETTORE LE DONNE, PIERPAOLO LIMONGELLI, GUIDO LUSETTI, RUGGERO MAGGI, FRANCESCO MANDRINO, ANTONELLO MANTOVANI, ROCCO MANZI, GIUSEPPE  MASCIARELLI, MILENA MILANI, GABRIELE MINA, VALENTINO MONTANARI, VINCENZO MONTELLA,  WALTER MORANDO, BRUNO MUNARI, ZITA NOE’, GIANNI NOLI, GIAN CARLO OLI, ANTONIO PACIOCCO, CRISTIANO PALLARA, GIORGIO PAOLUCCI, CLAUDIO PARENTELA, MARCO PASIAN, MAURIZIO PICCIRILLO, LIUBA PICINI, ENRICO PIGNONE, FRANCO PIRI FOCARDI, ASSUNTA PITTALUGA, ALESSANDRA PUCCI, TERESA REGNA, PAOLO ROSSO, SADOMARTA, GIANNA SALLUSTIO, ROBERTO SANCHEZ, GINO SANSONE, ANTONIO SASSU, SAVAL, VENIERO SCARSELLI, MARIA TERESA SCHIAVINO, SANDRO SERMENGHI, FULGOR C. SILVI, ALFREDO SLANG, SALVATORE STARACE, MARIO STEFANI, UGO STEFANUTTI, GIANPAOLO STELLA, GIOVANNI STRADA, ERNESTO TRECCANI,  STEFANO TURCHI, FRANCO VERDI, FEDERICO VIANELLO, STEFANO ZANUS, LUIGI ZECCHINI

ARGENTINA  FERNANDO GARCIA DELGADO (VORTICE),  IRENE SERRA 

AUSTRALIA  PETE SPENCE, DAVID LAWRENCE STAFFORD

AUSTRIA  HELMUT KING

BELGIO GUY BLEUS, LUC FIERENS, JEAN ROCH FOCANT, BERND REICHERT, ANDRE ROMUS, BAUDHUIN SIMON, ALAIN VALET, GUIDO VERMEULEN

BRASILE JORGE BARRETO,  SERGIO MONTEIRO de ALMEIDA, LIDIA LOPES TORRES, NELI VIEIRA, HUGO PONTES

CANADA ANNA BANANA, DIANE BERTRAND,  JEAN CLAUDE GAGNON, LA TOANVINH, LUNAR SUEDE, ED VARNEY

CUBA JORGE ALEJANDRO CAMACHO, SANDRO DE LA ROSA, JUANA GARCIA ABÁS, PEDRO JUAN GUTIERREZ, ABELARDO MENA, SANDRA RIBALTA, MIGUEL DOTRES

FINLANDIA   KIMMO FRAMELIUS, JUKKA LEHMUS, JUPE LUOMA, MAIJA KERÄNEN, JUKKA SAVELAINEN

FRANCIA CHRISTIAN ALLE, YOLAINE CARLIER, DENIS CHARMOT, GEORGES CHATAIN,  MARIELLE CONTE, DANIEL DALIGAND, EUGENIE DUBREUIL,  JEAN BERNARD DURUPT, PASCAL LENOIR, RÉMY PÉNARD, BRUNO SOURDIN, JEAN MARIE STAIVE, LUCIEN SUEL, MANUEL ZAV

GERMANIA THEO BREUER, GUILLERMO DEISLER, MICHAEL FOX,  PETER FRIESLÄNDER (PLG), DIRK FRÖHLICH, KARL FRIEDRICH HACKER, STEFAN HOLFTER, PETER KÜSTERMANN, GEORG LIPINSKY, HENNING MITTENDORF, REA NIKONOVA, WILFRIED NOLD, SERGE SEGAY, BERNHARD ZILLING

GIAPPONE  RYOSUKE COHEN,  KEIICHI NAKAMURA, SHOZO SHIMAMOTO

GRAN BRETAGNA  KEITH BATES,  PATRICIA COLLINS, DAVID DELLAFIORA, MICHAEL LUMB,  KENNETH MOOD, BARRY EDGAR  PILCHER, LEANDA RYAN, JOHN UPTON

GRECIA  THOMAI KONTOU, AGGELOS PETROULAKIS, MANOLIS THOMAKAKIS

IRLANDA PATRICK ANDERSON MCQUOID

ISRAELE EDITH GOEL

LUSSEMBURGO FRANÇOIS FRISCH

MEXICO ALFREDO S. LARRAURI, CARIOTA BERARD

OLANDA RENEE BOUWS, AD BREEDVELD,  RUUD JANSSEN, JOACHIM, MARLIES MULDERS

POLONIA  MARCIN GAJOWNIK, MICHAL GRACZYK

PORTOGALLO  SERGIO REIS, FERNANDO AGUIAR

REPUBBLICA CECA  IVAN PREISSLER, ZDENEK SÌMA, SAVAL

RUSSIA  ANDREY TYITOVETS

SPAGNA  JOSÉ JOAQUIN BLASCO,  BARTOLOME’ FERRANDO, ANTONIO GOMEZ, ANTONIO GONZALEZ GUERRERO, KRIS + LOLA,  ANTONI MIRO’,  XAVIER MULET, MANUEL RUIZ  RUIZ, TARTARUGO

SVEZIA  KARIN FELTZING, KJELL NYMAN

SVIZZERA  GUNTHER RUCH,  MARCEL STÜSSI, LOTHAR TROTT

TAIWAN  MADISON MORRISON

URUGUAY CLEMENTE PADIN

YUGOSLAVIA  DOBRICA KAMPERELIC

U.S.A.

ARTE A LA CARTE, GERARD BARBOT, JOHN M. BENNETT, MARK  BLOCH, BUZ BLURR, GUIDO BONDIOLI, RANDALL BROCH, DAVE CASERIO, CHRISTO, JOEL COHEN (STICKER DUDE), GEOFFREY COOK, MICHAEL B. CORBETT,  MARK CORROTO (FA GA GA GA),  MIKE DYAR, DOROTHY HARRIS (ARTO POSTO), JIM HAYES, PHILLIPS HENSEL, HONORIA, RENE’ JOSEPH, NICOL A. KOSTIC, DREW KUNZ, JEAN KUSINA,  KIM LANDERS, LEX LOEB,  J. MARTIN, JOAN MATTEWS, SUSAN McKENNA, YOKO ONO, LYNN PALMITER, ASHLEY PARKER OWENS, JULIE JEFFERIES  (Ex POSTO FACTO), FORREST RICHEY (FICUS STRANGULENSIS), SANDRAGONS, LAVONA SHERARTS, KATE STEWART, CRAIG SUMMERS (CW POSTE), PATRICIA TAVENNER, TOMMY TEDROWDY, CHUCK WELCH (CRACKERJACKKID), REID WOOD (STATE OF BEING), DYLAN YOUNG, ZOE ELIZABETH ZOIS


L’Albero della poesia è arrivato alla sedicesima edizione.  Sedici anni in cui si è visto affermare la rarità di questo unico monumento vivente dedicato alla poesia e all’arte che si trova a Venezia Mestre in via Cavallotti 83/B sede di Itinerari 80. Era il lontano 1989 quando all’interno delle manifestazioni del movimento culturale Itinerari 80 a cura di Giancarlo Da Lio volte ad affermare la filosofia sul significato e l’uso dello spazio alternativo  si è svolta la prima manifestazione all’aperto dove alle fronde dell’acero americano sono state appese poesie, scritti ed interventi  di poeti e  artisti visivi. Lo spazio circostante costituito dal giardino, dal muro di cinta era stato utilizzato per esporre installazioni ed opere d’arte di qualsiasi genere e materia. Una giornata indimenticabile sia per i partecipanti sia per il riscontro nel network. La scrittrice Milena Milani gli ha dedicato un libro di poesia intitolato Albero. Negli anni  diventano molti gli artisti che lo hanno onorato di un loro intervento opera tra cui Christo, Ernesto Treccani, Bruno Munari, Enrico Baj, Mary de Rachelwitz. Anche il lessicografo della lingua italiana Gian Carlo Oli si è interessato ed ha scritto di questo monumento vivente. Tanti hanno spedito e continuano a spedire da tutto il mondo i loro interventi visivi o poetici che saranno esposti com’è ormai tradizione nella giornata del 25 Aprile festa importante per i veneziani perché dedicata al santo patrono S. Marco e alla popolare tradizione del Bocolo. Uno spirito che abbiamo voluto non tradire con l’aprire il nostro incontro della durata di una sola giornata dalle ore 10.00 alle 20.00 a tutti coloro che vogliono parteciparvi. Molti gli stranieri soprattutto di area americana ma anche di molti paesi europei. Una manifestazione internazionale anche per i temi che molto spesso sono trattati dai singoli artisti. Una parte importante della manifestazione è dedicata alle performances cui sempre più numerosi  partecipano gli artisti multimediali.
Una manifestazione che è stata brutalmente copiata da molti che non possono dichiararsi artisti ma semplice copisti e che possiedono  solo il germe della mediocrità.

Giancarlo Da  Lio

Omaggio a Ezra Pound

Lo spirito dell’Albero della Poesia parlerà con un altro grande spirito che ha vissuto la vera tragedia del nostro tempo, la mediocrità. Il pensiero e il suo frutto non possono essere compresi dai pigri della cultura e da coloro che hanno scelto di essere clientes. La poesia è un frutto raro, di un pensiero libero che deve superare ogni compromesso vile.

Giancarlo  Da Lio
Venezia, 25 aprile 1997

Anniversario! Parola carica di negatività se si pensa con malinconia al tempo trascorso. Il nostro è un anniversario che ci ricorda una frontiera dinamica. I tanti amici che abbiamo conosciuto nel nome dell’Albero della Poesia hanno ripagato il lavoro non sempre facile, non sempre compreso. Esaminando i vecchi documenti, i messaggi, le poesie, le opere, i video, vedo con più chiarezza l’itinerario svolto e lo sguardo si sofferma su particolari ormai nell’ombra della memoria. l’Albero della Poesia continua a vivere con tutta la nobiltà della sua specie che ci fa dono della sua linfa vitale che non lascia dubbi sulla bontà dei suoi frutti.

Giancarlo  Da Lio
Pianeta Terra 2051 /25 Aprile 1999

THE  TREE  OF  POETRY

The Tree of Poetry is a very uncommon species of plant; it is an American Maple, which is in Venezia-Mestre in 83/B Cavallotti Street, ITINERARI 80 Centre. Giancarlo Da Lio, inventor of ITINERARI 80 too, dedicated this Tree to Poetry in a lot of artistic Performances.

The Tree strikes its roots into the soil, but branches toward the light of the Sun: to be and to become.

Below its fronds sheets with verses in plastic envelopes, to preserve from rain, hung down. The poets read their lines in the shade of the Tree. And painters and sculptors put their works on walls and grass.

ITINERARI 80 is an artistic movement; from different trends many excellent artists gather strength around Giancarlo Da Lio. Moreover, as well as they work, they must manage their work making use of everything and everywhere.

Well, it is necessary to show works not only in the official galleries, but above all in the alternative art spaces: where people go and come, on the road, in the shops, in the gardens too: so the tree of Poetry was born and is growing.

Do you want to send your mailart or mailpoesy?

ITINERARI 80
Via Cavallotti 83b
I-30171 Venezia Mestre
ITALY

Every Year on April, 25th

La  Musa della poesia lirica e amorosa arrivò a Venezia Mestre, in via Cavallotti 83 B, da Tiziana e Giancarlo Da Lio. Apollo l’aveva inviata come messaggero alla gran festa dell’acero americano. La Musa litigò con una Ninfa di nome Amadriade, che abitava nel tronco e non se ne voleva andare. Erano entrambe bellissime, indossavano veli, la Musa della poesia aveva anche le ali, si chiamava Erato. Portava con sé una cetra, presa in prestito da Apollo. Nel giardino, attaccati ai rami dell’acero americano, vibravano i versi dei poeti. I foglietti bianchi ondeggiavano nella luce. Per tutto il giorno, 25 aprile 1995, ci fu un pellegrinaggio continuo. La Ninfa Amadriade venne corteggiata dal poeta Terenzio. Erato minacciò di ritornare sul Monte Elicona. Ma la piccola Giulia, figlia dei Da Lio, la divertì con il suo estro: sapeva danzare come Tersicore; esercitare l’arte mimica come Polinnia; persino far la commedia come Talia. Il cuore di Erato si intenerì, pensando alle sorelle lontane. E a un tratto le chiamò, perché la raggiungessero. Così intorno all’acero americano ci furono le nove Muse, comprese Clio, Euterpe, Melpomene, Calliope e Urania. I poeti, alunni delle Muse, erano al settimo cielo. Sotto l’albero ritrovavano la loro identità. E riaffermavano la necessità e l’orgoglio di essere poeti.

Milena Milani

Cortina d’Ampezzo
Venerdì ventiquattro marzo 1995

E’ difficile destare e tenere vivo l’interesse per la poesia, espressione antica di secoli, vecchia quanto la scrittura.

L’uomo del 2000 ha bisogno di sognare ma anche di toccare con mano: ecco come continuare a scrivere versi o immagini poetiche e manipolarli allo stesso tempo, in linguaggio universale.

Quando negli anni 80 Giancarlo Da Lio, ideologo dell’arte. concretizzò l’Albero della Poesia, l’aiutai a realizzarlo con grande entusiasmo.

Gli amici, poeti ed artisti locali, lo accolsero con simpatia, come qualcosa di divertente ed originale. Ma mi rendo conto che non percepirono e tantomeno  ne capirono l’essenza. E’ per l’interesse che ha poi manifestato e la risonanza che ha avuto in tutto il mondo che oggi siamo qui a commemorarlo.

25 aprile 1995                                                                      

Tiziana Baracchi

Caro Da Lio,

chi ti esprime gratitudine, apprezzamento e il migliore degli auguri è, oltre che un amico della poesia, un amico del Canada: magica coincidenza! La soavità dello sciroppo d’acero e il profilo di un simbolo, una rossa foglia, bandiera di quel paese sterminato in cui l’anima si sperde per ritrovarsi alla fine integra e consapevole. Nessuno è venuto incontro -con pari generosità- al mio discorso, come hanno fatto i giovani italianisti canadesi: l’epica, sola, restaurerà il compromesso equilibrio della nostra espressione e della nostra comunicazione, e sarà salva la lingua nostra.

Il tuo Gian Carlo Oli
Firenze,giovedì 13 aprile 1995
Invio anche uno scritto sull'Albero del lessicografo
Gian Carlo Oli 
(dizionario della lingua italiana Devoto-Oli)

  

Da Lio e Yolaine Carlier Da Lio con Riosuke Cohen Da Lio con Karl F. Hacher

Giancarlo Da Lio e Laura Cristin Giancarlo Da Lio ed il Gruppo Oplà Giancarlo Da Lio ed il Gruppo Sinestetico

Giancarlo Da Lio e Madison Morrison Giancarlo Da Lio e Georges Chatain Giancarlo Da Lio ed Eugénie Dubreuil Giancarlo Da Lio e Matthew Rose  

Maryse Foure e Sylvie Gallet ED VARNEY-A Marleen van Engelen e Ad Breedveld PETE SPENCE-A

REID WOOD    

torna su

 
logcerisarte.gif (3443 byte)
Contenitore d'Arte Moderna e Contemporanea