.

        .

           Maurizio Vitiello sulle arti visive contemporanee nel Mezzogiorno

"Riflessioni sulle arti visive contemporanee nel Mezzogiorno"

 

 
 
.......... Dal circuito internazionale non sono molto conosciuti artisti partenopei, campani e del Mezzogiorno d'Italia, tranne alcuni (Mimmo Paladino, ad esempio).
.......... Esperti operatori, di provata professionalità, hanno prodotto e producono opere di alto profilo e di qualità.
.......... Uno per tutti: Renato Barisani, che avrebbe meritato e meriterebbe un maggior apprezzamento.
.......... Un'insidiosa disinformazione, protrattasi sino ad oggi, difficilmente debellabile, ha celato e cela agli occhi dei più redazioni e letture della contemporaneità dovute alle idee, alle mani e agli interventi, di varia natura e grado, di valenti pittori, scultori, grafici .....
.......... Di converso, l'intelligenza creativa di questi artisti (solo anagraficamente meridionali) seduce gli ambienti espositivi che contano in Italia ed all'estero.
.......... Insomma, viene apprezzata se mossa, se esportata.
.......... E qui sorge il problema della rappresentatività delle idee visive degli artisti poco pubblicizzati dalla stampa di respiro nazionale ed europeo, o per niente pubblicizzati, poco sostenuti da gallerie che contano, o per niente sostenuti.
.......... Certamente Milano, ombelico d'Europa, risulta una vetrina stabile per l'arte contemporanea, mentre Napoli non riesce ad essere l'ombelico del Mediterraneo né controvetrina del contemporaneo, anche se da capitale culturale, ricca di una multistratificata storia bimillenaria e di mille miti, di contraddittori fascini e di cospicui precipitati artistici, finalmente richiama centinaia di migliaia di turisti italiani e stranieri.
.......... Un'attenta nuova gestione della politica turistico-culturale avvince, convince e vince i sentimenti del variegato popolo dei vacanzieri che è alla ricerca di territori dell'anima.
.......... Non sembrerebbe rientrare l'arte degli operatori partenopei contemporanei in questa nuova attenzione mondiale per Napoli, anche se Comune, Provincia, Regione, musei statali e qualche galleria privata hanno offerto spazio ad iniziative di livello.
.......... Gli artisti, dai docenti dell'Accademia, del Liceo Artistico Statale, dell'Istituto Statale d'Arte "Filippo Palizzi" e dell'Istituto Statale d'arte Alberto Boccioni" e da quelli impegnati nelle S.M.S. a tutti gli altri non inseriti nel mondo della scuola, meriterebbero di essere meglio trattati dalla stampa quotidiana e periodica locale e nazionale, di essere esemplarmente valorizzati dall'azione e dall'acume dei privati, di essere maggiormente sostenuti dagli Enti e dagli istituti Pubblici.
.......... Ma il mercato dell'arte detta legge e determina il gusto?
.......... E Napoli, seppur ancora orientata all'Ottocento, incomincia ad apprezzare il Novecento grazie ad allestimenti di alto livello che si sono susseguiti e le prospettive del nuovo sciolgono la psicologia ancorata al passato.

Maurizio Vitiello

torna sopra  

 
CERIS ARTE
Contenitore d'Arte Moderna e Contemporanea