.

        .

           Maurizio Vitiello su Dario Assisi e Domenico Raio
LIBRI/Schede
Nota sul libro di Dario Assisi e Domenico Raio "WWW.NAPOLI.IT
Immagini della Partenope del 2000" con prefazione di Lina Wertmuller

 

 
 
.......... Non risulta assolutamente facile comprendere e penetrare la mentalità napoletana, perché non esiste una sola mentalità napoletana, ma esiste un ventaglio esteso di personalità partenopee.
.......... C'è differenza da quartiere a quartiere, da strada a strada, da cultura a cultura.
.......... E Napoli propone culture egemoni e culture subalterne.
.......... La prefazione di Lina Wertmuller, tutta pimpante ed intelligente, versa righe d'apprezzamento nei confronti dei due autori, su cui ora precisiamo con due brevi note bio-bibliografiche: Dario Assisi è nato a Napoli (1964) . Diplomato all'Accademia di Belle Arti di Napoli, si occupa di fotografia, grafica e design industriale. E' l'autore delle immagini contenute nel volume "Chiaroscuro Partenopeo" (Scriba Edizioni, 1996), del volume "San Giuseppe, muoviti e fammi la grazia" (La Rosa Editrice, 1998), delle illustrazioni del volume di Domenico Raio "Cenerentolo". Ha collaborato come vignettista e fotografo per quotidiani campani e nazionali. Autore di quadri surreali, ha esposto in numerose mostre italiane ed estere. Domenico Raio è nato a Napoli (1963). Ha conseguito la laurea in Lingue e Letterature Straniere presso l'Istituto Universitario Orientale di Napoli ed è giornalista pubblicista. Ha pubblicato "Cenerentolo" (Vittorio Pironti Editore, 1994), "Voglio fare il signorine buonasera" (Tullio Pironti editore, 1995), "Chiaroscuro partenopeo" (Scriba Edizioni, 1997) "San Giuseppe, muoviti e fammi la grazia" (La Rosa Editrice, 1998) . E' inoltre autore delle commedie "Cenerentolo, fiaba di un contrabbandiere napoletano", più volte rappresentata in teatro e collabora come cronista d'arte per il quotidiano partenopeo "La Verità". Lanciato dal "Maurizio Costanzo Show", Raio è stato spesso ospite in trasmissioni televisive e radiofoniche della RAI.
.......... In quasi 250 pagine, tra asterischi introduttivi e fotografie ambientali con pensate didascalie, s'intercettano umori e atmosfere della città, per alcuni "ferita a morte" e per altri ancora l'irredimibile", ma, comunque, nonostante tutto, amata.
.......... Le note, tra il divertito e il serio, compilano una radiografia della metropoli, divisa tra richiami al passato e aneliti futuri, mentre gli scatti veloci, anche se molti non curati nella resa tecnica, inquadrano vicende e personaggi e ci ricollegano alle immagini di Herbert List, che insieme alla penna di Vittorio De Sica, realizzò uno dei più bei libri fotografici su Napoli, pubblicato da una grande edizione milanese.
.......... Questo libro di Assisi e Raio s'inserisce nel filone satirico-umoristico dedicato a Napoli.

Maurizio Vitiello

torna su