.

        .

           Maurizio Vitiello su Lucia Bruno
         
Nota sul libro "Mein Kind" di Lucia Bruno

 

 
..........Lucia Bruno nata a Roma, napoletana di adozione, laurea in materie letterarie, scrive e dipinge.
..........Ha giÓ pubblicato "Io di me - itinerario introspettivo", due sillogi di poesia e gradevoli 'storielle' apparse sulla rivista "Hyria".
..........Con "Mein Kind" Ŕ all'esordio narrativo.
..........Il libro (ed. L.E.R. 2001), Ŕ stato oggetto di fervente discussione alla presentazione al Goethe Institut di Napoli, alla Riviera di Chiaja, da parte di Aristide La Rocca, Angelo Calabrese, Aniello Montano e del Direttore dell'Istituto straniero.
..........Vicende e drammi di uno 'sfollamento' nomade vissuto con lo stupore, le paure infine la coscienza, fatta precocemente adulta dagli eventi, in una bambina di dieci anni.
..........Nucleo centrale del libro il rapporto con la popolazione ospite e con le truppe di occupazione tedesche.
..........L'innocenza di quegli anni, restituita dalla delicatezza del tocco narrativo, Ŕ la filigrana di una memoria, che riproduce al vero debolezze ed eroismi della gente occupata e di un esercito in ritirata, forse giÓ allo sbando, umanitÓ sia pure per opposti motivi dolorante, ove sono ritagliate figure che resteranno a lungo nella mente del lettore immune, come la bambina, da pregiudizi.
..........Aristide La Rocca, intelligente poeta e finissimo scrittore, direttore della rivista "Hyria", ad esordio di presentazione, scrive, con acuta partecipazione: "Romanzo senza vera trama, eppure intessuto delle vicende di tanta gente, rivoli, affluenti di un corso di eventi che estuano in un paesaggio disastrato e sinistro, la guerra. Vista con gli occhi di una decenne, immune da idee e da opinioni sugli eventi, la conoscenza di quelle durissime esperienze sedimenta per gradi, con naturalezza, a prendere posto nell'animo della ragazzina che osserva a tutta prima con curiositÓ ma ben presto ne soffre, e attraverso questo elementare procedimento riesce a descriverle come sono, al vero."
..........Il libro di Lucia Bruno Ŕ un tassello di una pagina di storia, ancora vicina a noi, che merita di essere letto.
..........Lucia Bruno con "Mein Kind" (Bambina Mia) ha regolato i conti con la memoria.
 
Napoli, 2001

Maurizio Vitiello

torna su