.

        .

           Maurizio Vitiello su Francesco Bruno
              
NOTA SUL SAGGIO DI FRANCESCO BRUNO SU SALVATORE DI GIACOMO A CURA E CON POSTFAZIONE DI FRANCESCO D'EPISCOPO

 

 
..........Ad apertura, l'editore e il curatore ringraziano il figlio dello scrittore, Elio Bruno, acuto saggista e valido articolista, per aver autorizzato la pubblicazione di questo testo.
..........Merito, quindi, alle "Edizioni Libreria Dante & Descartes" di Raimondo Di Maio (Via Mezzocannone, 75 80134 Napoli; tel. 081/551.53.68) per aver avuto la voglia di pubblicare un'interessante critica di Francesco Bruno su Salvatore Di Giacomo, che sicuramente appassionerà gli uomini di lettere e di canzoni, e a Francesco D'Episcopo, fine supervisore letterario.
..........Francesco D'Episcopo insegna Letteratura Italiana all'Università degli Studi di Napoli "Federico II" e del Molise.
..........E' autore di volumi e saggi sulla Letteratura Italiana, generalmente inquadrata in un'ottica interdisciplinare.
..........Determinanti per la ripresa del dibattito critico sulla loro opera, risultano i volumi e i recuperi testuali di Alfonso Gatto, Francesco Jovine, Vincenzo Maria Rippo, Enzo Striano, per citare solo alcuni autori novecenteschi e meridionali.
..........E' direttore e redattore di autorevoli riviste di letteratura e d'arte.
..........E' impegnato. anche come giornalista pubblicista, in una intensa attività di promozione culturale ed editoriale.
..........Numerosi i riconoscimenti che gli sono stati attribuiti: tre Premi per la Cultura della Presidenza del Consiglio dei ministri e tra i più recenti il Premio Internazionale "Luigi Vanvitelli" per la saggistica letteraria, la cittadinanza onoraria del Comune di Guardialfiera (Campobasso), che diede i natali a Francesco Jovine, scrittore al quale Francesco D'Episcopo ha dedicato molta attenzione e passione critica.
..........E' autore del volume "Francesco Bruno e la letteratura meridionale" (2001).
..........Il saggio di Francesco Bruno è fondamentale per comprendere lo spessore fantastico, linguistico e storico della poetica di Salvatore Di Giacomo, ricondotta dal critico cilentano nell'aleveo di un realismo problematico, fiabesco, surreale, e studiata in relazione alle manifestazioni artistiche fra Otto e Novecento.
..........Di Giacomo, pur ispirandosi ai sentimenti eterni dell'uomo, contribuì ad imprimere un nuovo volto alla letteratura moderna con limpidi moduli espressivi, qualificandosi, nell'interpretazione di Francesco Bruno, come "un autentico poeta d'amore".
Napoli, 2001

Maurizio Vitiello

torna su