.

        .

            Da Tiscali Arte

                            

Burri. Gli artisti e la materia 1945 - 2004
A Roma fino al 16/02/2006

                                                   Alberto Burri Rosso, 1953 Coll.Burri

           La mostra "Burri. Gli artisti e la materia" è dedicata ad Alberto Burri, a dieci anni dalla sua scomparsa, alla sua personale ricerca sulla "materia" e a quella d'altri artisti, che ha caratterizzato e cambiato, in Europa come nel resto del mondo, l'arte dal secondo dopoguerra ad oggi.
Con Burri il dipinto cessa d'essere una rappresentazione della realtà e si propone esso stesso come un brano o un campione di realtà. Quando le sue opere furono presentate alla Quadriennale del 1955 o alla Biennale del 1958, lo scandalo fu autentico e violento; molto perplessi rimasero persino i fautori dell'astratto. E quando, verso il 1960, un "sacco" apparve nella Galleria Nazionale d'Arte Moderna, si ebbero interpellanze parlamentari e persino denunce all'Ufficio d'Igiene. Ma a parte i clamori scandalistici si stava verificando uno dei passaggi cruciali dell'arte del XX secolo. L'Informale fu l'autentica frattura che aprì il nuovo corso dell'arte nella seconda metà del secolo.
Non un movimento, l'Informale, ma una tendenza dai molteplici aspetti, che comincia a maturare nei tardi anni Quaranta, ma si definisce e acquista sempre maggior forza nel corso dei Cinquanta, estendendosi a tutto l'Occidente. Se in precedenza la materia era stata il veicolo fisico della forma, o per così dire la sua ancella, ecco che il rapporto tende ora ad invertirsi; la forma è subordinata alla materia, che insieme al segno e al gesto, ovvero all'esibita e spesso brusca azione del dipingere, assume un ruolo centrale, aprendo la via a nuovi strappi nella concezione tradizionale del quadro.

Questa esposizione intende illustrare il percorso che ha portato gli artisti alle forme d'arte attuale, mettendo a confronto epoche e stili, assonanze e discrepanze, scuole e outsider, offrendo un panorama esaustivo dei suoi principali rappresentanti, mantenendo sempre come centro propulsivo di questa radicale trasformazione dell'arte, il lavoro del maestro di Città di Castello.
La prima parte dell'esposizione sarà dedicata ad artisti che, contemporaneamente ad Alberto Burri, anche se con differenti approcci, hanno operato nella direzione di un profondo rinnovamento della pittura tradizionale, quali Antoni Tàpies, Jean Fautrier, Jean Dubuffet, Lucio Fontana, Cy Twombly, Franz Kline, Conrad Marca-Relli, Ben Nicholson. Le loro opere saranno presentate in mostra insieme ad un nucleo di opere del maestro umbro significative dei passaggi principali del suo intero percorso artistico, dalle iniziali prove dai sacchi, ai legni e ai ferri, alle plastiche, alle combustioni, ai cretti fino ai grandi cellotex.
Una sezione sarà dedicata al confronto con la ricerca tra new dada e pop art degli americani Robert Rauschenberg, Jasper Johns, Jim Dine.

La seconda parte della mostra presenterà artisti italiani e stranieri che dopo Burri hanno usato materiali non tradizionali nelle loro opere (dai detriti agli avanzi industriali a materiali organici e naturali), mutando radicalmente il volto dell'arte nella seconda metà del XX secolo. Tra gli artisti rappresentati figureranno Piero Manzoni, Ettore Colla, Mimmo Rotella, Salvatore Scarpitta, Giuseppe Uncini, Mario Schifano, Gino Marotta, Mario Ceroli, Manuel Millares, Raphael Canogar, Antonio Saura, Arman, César, Yves Klein, Jacques Villeglé, Leoncillo, Joseph Beuys, Pino Pascali, Jannis Kounellis, Michelangelo Pistoletto, Gilberto Zorio, Giuseppe Penone, Ansel Kiefer, Damien Hirst, Julian Schnabel.
La mostra è curata da Maurizio Calvesi e Italo Tomassoni, con la collaborazione di Lorenzo Canova, Chiara Sarteanesi, Rosella Siligato e Maria Grazia Tolomeo.

Informazioni utili
Burri. Gli artisti e la materia 1945 - 2004
A Roma fino al 16/02/2006
Scuderie del Quirinale - Via XXIV Maggio, 16
Orario: da domenica a giovedì ore 10.00-20.00; venerdì e sabato ore 10.00-22.30
Ingresso: € 9,00intero, € 7,00 ridotto, € 3,50 studenti
INFO: tel. 06 39967500 -
www.scuderiedelquirinale.it

Sopra  

 
CERIS ARTE
Contenitore d'Arte Moderna e Contemporanea