.

        .

           Maurizio Vitiello su Fernando Cabrera

Nota sulla mostra "1 dopo l'altro" di Fernando Cabrera

 

 
 
.......... Continuano, con successo di critica e di pubblico, le esposizioni al Centro d'Arte e Cultura "IL RAMO D'ORO" (Via A. Omodeo, 124 80128 Napoli tel. 081/579.25.26; e-mail: fyesbm@tin.it), diretto con garbo da Vincenzo Montella. Dopo la mostra "Birilli" dell'artista napoletana Maria Pia Daidone, dal 4 al 12 maggio 2002 sarà possibile visitare la mostra "I dopo l'altro" del giovane artista Fernando Cabrera, nato il 24.5.1980, a Buenos Aires, in Argentina.
"1 dopo l'altro" è fondamentalmente una performance, ideata, messa in scena ed interpretata da Fernando Cabrera, perché pittura, musica e movimento creino un sottile filo di emozioni.
Le emozioni sono date, a loro volta, da pennellate, da figure incapsulate nel breve istante di un attimo fotografico.
La cadenza di attimi ha un filo rosso che è il tempo, ma il tempo, per l'artista argentino, non coincide mai con una successione di eventi, ed è, piuttosto, un tempo interiore che non segue cronologie.
Da questa poetica nasce "1 dopo l'altro" con l'intenzione di esprimere nelle più varie e variegate modalità del linguaggio grafico-pittorico, della parola intesa come poesia e del movimento nello spazio reale una teoria di emozioni dove non esiste un prima e un dopo.
 
Napoli, 2002

Maurizio Vitiello

Sopra  

 
CERIS ARTE
Contenitore d'Arte Moderna e Contemporanea