.

        .

        Maurizio Vitiello su Eduardo De Filippo
                
Spettacolo e mostra collettiva a ricordo di Eduardo De Filippo
per il centenario della sua nascita.

Eduardo De Filippo

Eduardo De Filippo

..........
.......... Eduardo resiste nella memoria collettiva napoletana.
.......... A cento anni dalla nascita di quest'artista della scena teatrale vari e diversi sono stati i segni che hanno manifestato il ricordo dei partenopei.
.......... Nell'ambito della XXI Edizione di "Benevento Città Spettacolo", sotto la direzione artistica di Maurizio Costanzo, per la rassegna "Tradizioni e Tendenze", è stato allestito dalla Cooperativa Teatro Necessità lo spettacolo di prosa e musiche di Raffaele De Novellis, intitolato "EDUARDO Legge e canta.... Napoli!"
.......... Con Massimo Masiello, Ida Rendano, Anna Gallo, Gigi Esposito, Tiziana Galdieri, Andrea Manferlotti, Valeria Ferronetti, Rossella Bennici, Simona Valli, Rosario Morra e la partecipazione di Fabio Brescia e con le musiche orchestrate da Tony Iglio e le coreografie di Ettore Squillace è stato dato vita ad un evento che fra alcuni mesi approderà al Teatro Bracco di Napoli, dopo un vasto giro campano e fuori regione.
.......... Sulla nota di presentazione dell'organizzazione beneventana si leggeva quanto segue:
.......... "La grande popolarità di Eduardo ha dato vita ad una miriade di manifestazioni per celebrare il suo centenario.
.......... Lo spettacolo ideato da Raffaele De Novellis con attori,   orchestra e musicisti dal vivo, vuole presentarlo attraverso alcuni aspetti meno conosciuti, quelli di poeta e autore di canzoni, che poi sono anche gli aspetti che sono alla base del suo mo-do di essere uomo ed artista.
.......... In realtà la singolarità dello spettacolo consiste nel rappresentare le sue creazioni a tutto tondo, co l'apporto di una nutrita schiera di attori coreografie ed orchestra che interpreteranno non una delle tante commedie scritte dal grande autore napoletano, ma il suo modo di essere "napoletano", dietro la maschera riservata e schiva del privato e la maschera malinconicamente ammiccante del palcoscenico.
.......... Se il teatro, attraverso le sue umanissime commedie, ha raccontato tutto dell'Eduardo attore e autore, le documentazioni private (canzoni e poesie) rinvenute e rivitalizzate in questo spettacolo, aspirano a rivelare la sua natura più nascosta, o forse a completare un ritratto che già si conosce.
.......... Daltronte - scriveva Roberto Rebora già nel 1962 - Eduardo non recita più sulla scena, ma "esiste".
.......... Egli recita sapendo tutto sulla recitazione.... la sua tecnica consapevolissima è unita a una vocazione umana dolorosa e irriverente, pietosa e sospettosa, fatalista e sentimentale, renitente e confidenziale che si risoIve in una continua testimonianza umoristica del mondo quotidiano
.......... E' un testimone involontario quando recita e quando scrive.
.......... Ciò lo rende modernissimo e antico".
.......... E ancora Enzo Biagi "Lo stile reale nella recitazione di Eduardo è possibile perché non vi è alcuna divisione fra la sua vita e il suo teatro.
.......... Teatro e vita per lui sono inscindibili".
.......... Per fortuna, la fortissima ed assidua passione e le costanti puntuali ricerche di Raffaele De Novellis, uomo saggio ed attivo cultore delle musicalità partenopee, hanno permesso di ritrovare e di riscoprire un Eduardo inedito o poco conosciuto, quello che si dilettava a recitare poesie e a cantare canzoni di cui spesso si è persa addiritura la memoria.
.......... Oggi abbiamo la fortuna, ed è soprattutto a favore dei giovani che non l'hanno potuto apprezzare, di rivederlo in azione con i video e con i films.
.......... Possiamo anche rivedere il fratello Peppino, eccezionale "momo" ed attore fulminante nelle battute che, ad esempio, era protagonista quanto Totò, "il principe del sorriso".
.......... Per chi vuole indagare sulle note e sui contrasti familiari si può approfondire leggendo il libro di Peppino "Una famiglia difficile", pubblicato da Marotta di Napoli, se ben ricordo nel 1976. 
.......... E che dire dell'indimenticata Titina, prodigio di bravura scenica, ritiratasi per curarsi.
.......... Era interessata alla musica e continuava a scrivere lettere magnifiche al fratello Eduardo e componeva collages (uno, dedicato a Pulcinella, è presente al Museo Nazionale di San Martino di Napoli, proveniente dalla Donazione di Paolo Ricci, se la memoria non c'inganna).
.......... Per quanto riguarda il contributo dei pittori ecco la mostra voluta, organizzata e curata dal Prof. Adolfo Giuliani, che dirige con sincera passione e diligente bravura il Centro d'Arte e Cultura 'Immagine NEA", sita in quella Via Salvator Rosa che sta prendendo un aspetto diverso con l'ultimazione della fermata della metropolitana collinare, al cui arredo è prevista la collaborazione di alcune firme dell'arte contemporanea napoletana.
.......... E quando sarà attivata quest'altra via sul ferro, sicuramente l'Immagine NEA" diventerà luogo culturale e sito umano di riferimento per migliaia di viaggiatori e, quindi, "club" da frequentare.
.......... Alla mostra "Per EDUARDO" partecipano alcuni degli artisti contattati con un invito dalla galleria napoletana, a cui non è mancata la voglia di partecipare e di fissare impressioni ed interpretazioni su Eduardo e/o sulla sua opera. .......... Questa spaccato visivo su Eduardo vede riuniti nomi che si sono misurati con un tema ben preciso, dalle mille sfaccettature e carature.
.......... Le tele 50 x 50 mostrano sentimenti e ragionamenti di artisti su un altro artista.
.......... E' un omaggio sentito ed accarezzato da Adolfo Giuliani e da quanti gli sono vicino e frequentano il suo accorsato centro.
.......... Chi vedrà la mostra potrà notare linguaggi diversi e tenute diverse, ma al centro pensiero e teatralità eduardiane.
.......... Napoli, anche cosi, ha voluto salutare e ripensare un suo figlio che voleva fuggire dalla sua città, pur sapendo che non avrebbe mai reciso le sue radici.

Maurizio Vitiello

Artisti Espositori:

Mario Buonoconto
Adriana Caccioppoli
Vincenzo Cerino
Rosella Cosulich
Maria Pia Daidone
Antonio De Chiara
Giuseppe Di Franco
Enrico Fiore
Renato Iacente
Maria Rosaria Magli
Rosario Mazzella
Italo Paladino
Maria Petraccone
Susy Provenzale
Rita Ragni Cosenza
Vincenzo Sagnelli
Alma Sauro
Domenico Spinosa
Lucio Statti
Antonio Tammaro
Tamara Tammaro
Verio

torna su