.

        .

           Maurizio Vitiello su Santa Fizzarotti Selvaggi
Pietro MAGNO
Antologia Critica su Vent’anni di Scritti di Santa Fizzarotti Selvaggi,
Schena Editore, Fasano di Brindisi
di Maurizio Vitiello

 

 
Un asterisco sul libro
"Antologia Critica su Vent’anni di Scritti
di Santa Fizzarotti Selvaggi" a cura di Pietro Magno
Pietro Magno ha curato, per conto dell’Editore Schena di Fasano di Brindisi, un interessante libro, intitolato "Antologia Crtitica su Vent’anni di Scritti di Santa Fizzarotti Selvaggi".
Pietro Magno è stato invitato dall’editore a predisporre un’antologia dei contributi sull’opera e la personalità di Santa Fizzarotti Selvaggi, nella ricorrenza dei vent’anni di collaborazione con l’Editore Schena (1983-2003), che ha subito accettato l’incarico sia per l’amicizia che lo lega alla scrittrice e critico d’arte, sia in quanto ritiene utile un tale genere di pubblicazioni che offrono, su basi di seria indagine, un primo consuntivo critico.
La vasta produzione di Santa Fizzarotti Selvaggi viene riattraversata grazie alla riproposizione di scritti e di asterischi di vari commentatori, che si sono interessati, nel tempo, degli approfondimenti della brava notista pugliese.
Ecco, in breve, una scheda sulla sua attività:
Santa Fizzarotti è nata a Carbonara di Bari.
Laureatasi presso l’Università di Bari, si è sempre dedicata allo studio dei linguaggi dell’arte e della psicoanalisi.
E’ psicologo-psicoterapeuta con formazione psicoanalitica; si è specializzata in Psicologia clinica presso la Facoltà di Medicina dell’Università degli Studi di Bari.
Dal 1981 al 1990, presso il Provveditorato agli Studi di Bari, in qualità di docente di ruolo, si è occupata dell’integrazione dei soggetti portatori di handicap con particolare attenzione alle attività espressive, all’educazione all’immagine, al gesto, al suono.
Per il personale medico e infermieristico ha organizzato corsi di formazione per facilitare l’ascolto delle problematiche psicologiche del paziente, con particolare attenzione al ruolo del caposala all’interno dei reparti.
Ha curato, inoltre, con "Il centro pugliese regionale di riferimento per i trapianti di organi", corsi di formazione alla cultura della donazione di organi, rivolti a medici-rianimatori, medici di base, infermieri.
Dal 1995 collabora con il prof. Andreas Giannakoulas, psicoanalista didatta, ai seminari di formazione per il rapporto medico-paziente.
Diplomata in solfeggio e canto presso il Conservatorio "Niccolò Piccinni" di Bari, suona il pianoforte.
Conosce le tecniche della calcografia classica e dell’incisione, che sperimenta personalmente per meglio approfondire la sua ricerca rivolta ai linguaggi dell’arte.
Al 1967 risalgono, infatti, le sue prime mostre collettive.
Sino al 1980 ha continuato ad esporre i propri lavori presso numerose gallerie.
Ha vinto il Premio Basile a Martina Franca e il Premio Tommaso Fiore a Bari all’Expo Sport Levante del 1975.
Come critico d’arte ha curato numerose mostre in Italia e all’estero, recensendo artisti italiani e stranieri.
Tra la fine degli anni Ottanta e gli inizi degli anni Novanta ha frequentato la Cattedra di Estetica della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bari, realizzando due ricerche intorno all’identità del gallerista e allo stato dell’arte contemporanea sia regionale che nazionale.
Autrice di molti articoli e saggi, Santa Fizzarotti Selvaggi ha scritto monologhi e sceneggiati radiofonici per la RAI di Puglia, curando, per altre emittenti televisive, la regia di filmati (Il pittore della luce, vita e leggenda di Giuseppe de Nittis, a cui è stato assegnato nel 1986 il Premio d’onore dei critici europei per il miglior film d’arte in occasione del Festival Internazionale degli Audiovisivi a Montecatini) e cortometraggi (da ricordare Il bambino di cinque anni. L’apprendimento attraverso il corpo: il metodo Jeannot del 1986, La terra del sole del 1987 e Le Cenate: i luoghi del sogno, al quale è stato attribuito l’Airone d’oro nel 1990).
Ha collaborato a quotidiani, tra cui "La Gazzetta del Mezzogiorno", e a riviste specializzate .
E’ socio fondatore di varie associazioni.
Membro ordinario della Scuola Romana Rorschach, socio della Società Italiana di Andrologia e della Società Italiana di Psicodramma Analitico.
Dal 1982 è iscritta all’Albo dei giornalisti-pubblicisti.
Dal 1985 al 1990 è stata presidentre dell’Accademia di Belle Arti di Bari.
Nel 2003 ha fondato la collana "ArtePsiche" per Schena Editore.
In conclusione, siamo sicuri che Santa Fizzarotti Selvaggi continuerà a produrre operazioni artistiche e letterarie.

Maurizio Vitiello

frecciasu.GIF (1381 byte)  

 
CERIS ARTE
Contenitore d'Arte Moderna e Contemporanea