.

        .

            Maurizio Vitiello su Alfonso Fraia
                      

Le xilografie di Alfonso Fraia

 

 
         La Cattedra di Tecniche dell’incisione dei professori Stelitano/Scotto, dopo aver presentato con successo la prima personale di Lucilla Stellato nell’ambito del ciclo di mostre intitolato "DA ZERO", presenta la mostra di Alfonso Fraia, dedicata sempre alle tecniche xilografiche, costituita da una selezione di opere realizzate dallo studente, nell’anno accademico 2001/2002.
In quest’occasione espositiva sono visibili quasi 30 xilografie.
Il giovane autore ha realizzato le stampe adoperando carte veline e stoffe di colore giallo o arancio, che interagiscono con il nero inchiostro impresso dalle matrici, in un contrasto di valenza energetica e in un continuo inseguirsi di ambiguità percettive fra colore-luce di fondo e scuro delle figure incise.
Pur assumendo la regolarità del campo di fondo, stravolge ogni forma delle matrici e ogni consuetudine compositiva nel foglio.
Le tavole incise si disperdono o si aggregano in insiemi multipli nella costruzione di forme aperte che affiorano dalle profondità del mistero sullo schermo abbagliante della carta.
Questa mostra s’inquadra in un programma di diversi allestimenti espositivi, curati dagli studenti, con il coordinamento dei due docenti.
Si consolida, in questa occasione, la collaborazione già avviata con la Cattedra di Storia dell’Arte di Ada Patrizia Fiorillo, esperta studiosa che conosciamo dagli anni Ottanta, alla quale sono affidate la supervisione critica e la redazione dei testi nei cataloghi in preparazione.
Questa serie di manifestazioni è strettamente legata al programma didattico e finalizzata al compimento dello stesso.
In tal modo è incentivato il progressivo raggiungimento, da parte degli studenti, di una piena coscienza, non solo tecnica, del medium espressivo.
In quest’occasione si analizzeranno le possibili modalità di presentazione e comunicazione della stampa d’arte, che comprendono oltre alle fasi dell’allestimento espositivo, anche le fasi della documentazione e della pubblicizzazione.
Gli studenti sperimentano, quindi, direttamente l’organizzazione delle mostre, il rapporto con la critica, la progettazione, la redazione e la realizzazione di un catalogo, la pubblicizzazione attraverso i comunicati stampa, la relazione con il sistema dell’informazione.
Saranno esposte stampe xilografiche, realizzate secondo le tecniche tradizionali con matrici di materiali sperimentali, quali MDF.
Questi risultati sono stati raggiunti applicando ulteriormente le sperimentazioni tecniche e i metodi già in uso nelle attività didattiche condotte da Filomena A. Stelitano, anche presso altre Accademie di Belle Arti.
 
Da martedì 17 a lunedì 30 giugno 2003.
Tutti i giorni feriali, 10-13.

Maurizio Vitiello

Sopra  

 
CERIS ARTE
Contenitore d'Arte Moderna e Contemporanea