.

        .

           Maurizio Vitiello su Franco Lista
Mostra di Franco Lista alla Galleria Klimt

 

Sarà inaugurata negli accoglienti  ambienti della Galleria Klimt (Via Lenni J. Tristano, 25-29  81031  Aversa)  (parallela al "Parco Pozzi") [e-mail galleriadarte@virgilio.it  tel. 081/811.30.63 cell. 328/864.88.65], diretta da Antonio Benigno, domenica 18 gennaio 2004, dalle ore 11 alle ore 14, la mostra, organizzata e curata da Maurizio Vitiello,  intitolata "NONSOLOPEPERONCINI", con opere in tecnica mista, dell'artista Franco Lista.
Franco Lista presenta alla Galleria “Klimt” una serie di lavori degli ultimi anni, in cui affiorano deliziosi appunti di viaggio, trepide cronache quotidiane dell’isola procidana, sensibili richiami all’architettura mediterranea, incisive segnalazioni di impertinenti tradizioni, misurati umori di nuovi segni.
Sino a domenica 25 gennaio 2004.
Orario: lunedì-sabato 10-13/17-20; domenica 10-13; domenica pomeriggio su appuntamento.
 
CON VIVA PREGHIERA DI SOLLECITA DIFFUSIONE
E CORTESE PUBBLICAZIONE. GRAZIE!!
 
SCHEDA
 
Pittore, architetto, saggista.
E’ stato tra i promotori della “Prop Art” (Napoli 1971) e della “Pittura di Storia” (Roma 1984).
Ha partecipato a numerose collettive e personali;  in particolare, alla “X Quadriennale d’Arte”, Roma, 1972.
Si segnalano le partecipazioni anche a queste mostre:
“Dall’opera al coinvolgimento”, Galleria Civica di Arte Moderna di Torino, 1977
“Per esempio il mito”, La Galleria dell’occhio, New York, 1983
“Il fascino della carta”, Reggio Emilia 1984, “Gabinetto della Grafica”; Galleria d’Arte Moderna del Comune di Bologna, 1984
“L’impossibile naufrago” le riviste sperimentali a Napoli negli anni “60 e “70”, Museo Pignatelli, Napoli 1986.
Vince il II Premio del Concorso in Architettura (Istituto Nazionale di Architettura), Roma 1964.
Invitato, partecipa alla “Bienal de Arquitetura”, San Paolo del Brasile, 1973.
Invitato, partecipa alla “XV Triennale” di Milano, 1973.
Organizza, in collaborazione, la mostra “Intenzionalità progettuale del disegno”, Napoli, Caserta, Benevento, 1979.
E’ autore, con Nino Ruju, dei testi e consulente del programma televisivo nazionale “Tenera è la notte”, Rai Tre, 1987.
Realizza, con materiali locali, l’allestimento della mostra “Manzù e Brandi.
La scultura è un raggio di luna”, Procida 1988.
Installa, in collaborazione, sette grandi sculture di Bruno Munari sul Lungomare Caracciolo, Napoli, 1990.
E’ stato ricercatore confermato presso la Facoltà di Architettura di Napoli.
E’ Ispettore, per gli Istituti  d’Istruzione Artistica, del Ministero della Pubblica Istruzione.
 
Presenta alla Galleria “Klimt” una serie di lavori, in tecnica mista, degli ultimi anni, in cui affiorano deliziosi appunti di viaggio, trepide cronache quotidiane dell’isola procidana, sensibili richiami all’architettura mediterranea, incisive segnalazioni di impertinenti tradizioni, misurati umori di nuovi segni.

 

Maurizio Vitiello

Sopra  

 
Contenitore d'Arte Moderna e Contemporanea