.

        .

           Maurizio Vitiello su Guglielmo Longobardo
"BRILLANTI RAREFAZIONI ED INTENSI IMPASTI CROMATICI NELLA
PITTURA DI GUGLIELMO LONGOBARDO ESPOSTA ALLA GALLERIA
DEL GIARDINO DELL'ACCADENIA DI BELLE ARTI DI NAPOLI"

 

 
 
..........   E' stata inaugurata la "Galleria del Giardino" dell'Accademia di Belle Arti di Napoli con la mostra del bravissimo e qualificato artista Guglielmo Longobardo.
..........   Nato a Bacoli nel 1943, nel 1972 consegue il diploma presso l'Accademia di Belle Arti di Napoli; poi, insegna all'Accademia di Belle Arti di Catanzaro, Napoli, Bologna, Urbino, Foggia. Vive e lavora a Bacoli (Via Ortensi, 47 80070 N°47 NA; tel. 081/5233314)
..........   La sua opera è caratterizzata, fin dai primi esordi, da un tenace e costante procedere interrogativo che esplora i significati estremi e le ardite implicazioni del "fare pittura" attraverso la felice ricerca sul rapporto materia-segno-colore.
..........   Appena abbiamo varcato la soglia del nuovo accogliente spazio espositivo le pitture ci hanno immediatamente convinto; "a fior di pelle" abbiamo accettato gli interessanti stimoli visivi in esposizione.
..........   Le implosioni e le esplosioni della materia, ben registrata e calcolata nell' elegante misura del gesto, i campi cronatici, dettati con raffinata eleganza visiva, ed i trattenuti segni, controllatissimi nella grafia, dichiarano una pittura sensibile ed avvincente.
..........   Nel gusto dell'onda informale opera Guglielmo Longobardo, da tempo e con soddisfazione di mercato.
..........   I vari periodi, segnalati e sottolineati con testimonianze di rilievo da importanti nomi della critica nazionale, motivano e sostanziano tele e carte di respiri e di tracciati, di ritmi e di dissolvenze incrociate.
..........   Michele Sovente, acutamente scrive, tra l'altro: "Si ha la netta sensazione che il lavoro di scavo e di esplorazione nelle giunture più profonde della materia sia arrivata a una condizione del sentire e dell'immaginare ancora più acuminata e coinvolgente."
..........   Insomma, Guglielmo Longobardo riesce a regolare con franca decisione magmi e contrassegni, traiettorie e segnature, forze in espansione ed in contrazione nell'unico scopo di gestire passato e futuro delle emozioni, non dimenticando di redigere condizioni di un presente di sentimenti vigili ed accorti.
..........   Lo spazio completamente rinnovato, in cui ha brillantemente esposto Guglielmo Longobardo, intende offrire concrete possibilità espositive agli artisti che vanno formandosi e che si sono formati nell'Accademia, ma anche agli artisti della città e del territorio, in collaborazione con gallerie ed Enti Pubblici.
..........   Per quest'anno sono in fase di progettazione ed organizzazione mostre (sono previste ogni anno le mostre di due artisti  dell' Accademia), iniziative per il triennio accademico 1997/99 e una grande manifestazione internazionale che si terrà a Napoli tra il dicembre 1999 e la primavera del nuovo millennio, dal titolo "Arte Anno 2000", per dare così nuovo impulso alla futura creatività.
..........   In tale ambito si prevede anche la riapertura della storica e prestigiosa "Galleria Regionale d'Arte Moderna", con il suo interessante patrimonio di quasi mille opere databili tra il XIX e il XX secolo, della ricchissima Cipsoteca, il restauro della Biblioteca - tra le più antiche di Storia dell'Arte - e l'apertura dell 'Archivio Storico.
..........   In tal modo l'Accademia intende ribadire e rafforzare il suo ruolo storico di unica istituzione regionale preposta alla formazione, alla ricerca e alla promozione dell'arte contemporanea ai suoi livelli più alti.
..........   E' ormai da anni, infatti, che l'Accademia di Belle Arti è impegnata in una politica culturale, che mira ad un'integrazione sempre maggiore tra i suoi specifici scopi di insegnamento delle arti ai livelli superiori e la domanda di cultura artistica della città e del Meridione.
..........   Con l'inaugurazione della "Galleria del Giardino" e del progetto a respiro internazionale che la vede al centro di un vivace dibattito artistio-culturale, si vuole ancora una volta ribadire il nesso inscindibile tra il momento della formazione e quello della promozione delle arti.
..........   L'Accademia continua quel percorso internazionale iniziato nel 1993 con la mostra itinerante "Quando le Accademie scelgono le Arti", destinata a giovani artisti che furono gli unici e soli protagonisti di quel momento, e che, inaugurata a Napoli, approdò a Madrid, Bruxelles e Londra, con la partecipazione attiva di un comitato scientifico formato dai Direttori delle principali Accademie e Facoltà di Belle Arti europee come Atene, Berlino, Bruxelles, Londra, Madrid, Milano, Monaco, Mosca, Napoli, Parigi e Vienna.
..........   Rapporti internazionali che l'Accademia di Belle Arti di Napoli rafforza, essendo oggi in contatto con importanti realtà artistiche d'Europa e perché inserita nell'organizzazione internazionale del Maimeri Prize.
..........   Quest'ultimo, organizzato dalla Fondazione Maimeri di Milano, prevede l'intervento delle Accademie di Napoli e Brera, delle Facoltà di Londra, Amsterdam, Stoccarda e Orleans, e si concluderà con uma mostra e con l'assegnazione di un prestigioso premio.
..........   L'Accademia di Napoli è ancora coinvolta, insieme all'Accademia di Brera, nel concorso "Ferrari 2000" proposto agli artisti delle due istituzioni, per la realizzazione della nuova etichetta dello spumante italiano per la celebrazione del nuovo millennio.
..........   Oltre a quello del vincitore dei premio, i lavori migliori selezionati da una giuria verranno esposti in una grande mostra.
..........   In conclusione, segnaliamo che oltre alla "Galleria del Giardino" sono stati inaugurati i Laboratori di Design, Mass-media, Regia, Fotografia e Costume Teatrale.
..........   Queste riaperture sono state rese possibili grazie all'intervento attento e continuo dei Provveditori alle Opere Pubbliche che, da Paolo Martusciello ad Alessandro D'Ambrosio, con le rispettive equipes ed imprese, hanno curato il restauro di quasi tutto lo storico palazzo, avvalendosi della preziosa collaborazione della Soprintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici di Napoli e Provincia.
..........   Lavori di ammodernamento e di restauro, attualmente in corso, prevedono anche il recupero dell'ultimo piano destinato ad ospitare tre grandi Scuole di Pittura e di Decorazione, completando cosi l'intervento che, dalla seconda metà del secolo scorso, Errico Alvino fece in tutti gli immensi ambienti dell'ex convento per ospitare l'Accademia.
..........   L'opera di completamento dei lavori è estesa, inoltre, al ripristino e all'ampliamento del Teatro, di cui sarà recuperata l'architettura originaria, portando alla luce le grandi arcate degli ingressi e dei finestroni e risistemando la scena ed i locali retrostanti, con l'abbattimento del muro che deturpava il primo piano della facciata principale del palazzo.

Maurizio Vitiello

torna su