.

        .

            Maurizio Vitiello su MAIL  ART
Mail Art a L'Aquila
 

 

 
 
.......... L'Assessorato alla Cultura del Comune de L'Aquila, presieduto dal Dott. Pierluigi Tancredi, ha istituito nel capoluogo abruzzese, presso il rinascimentale "Palazzetto dei Nobili", il Museo Internazionale di Mail Art, unico nel suo genere in Italia.
Il progetto e la realizzazione della singolare istituzione è stata affidata al critico d'arte Leo Strozzieri di Pescara, il quale ha stilato un accurato piano di lavoro denominato "Progetto Controguerra", dal nome del suo comune di nascita, Controguerra appunto, in provincia di Teramo.
Il tema del rifiuto della guerra quale strumento per la risoluzione delle vertenze internazionali è quanto mai attuale, visto il conflitto in Medio oriente, che è stato proposto a 400 artisti internazionali (mailartisti e non) ai quali è stato inviato un cartoncino con prestampato un ovale dove avrebbero prodotto un intervento pittorico o grafico.
L'adesione è stata entusiasta con 370 risposte a dimostrazione della sensibilità del mondo dell'arte verso un problema così drammatico del nostro tempo e che vede impegnati tutti al di là di schieramenti politici o contrapposte posizioni ideologiche.
Con questa iniziativa museale (tutte le opere rimarranno esposte in permanenza al "Palazzetto dei Nobili", adiacente la sede municipale), l'assessore Tancredi, che si è avvalso anche della consulenza dell'artista aquilana Lia Garofalo, ha inteso rendere omaggio alla figura di Papa Celestino V, di cui si fa memoria nella "Divina Commedia" di Dante Alighieri per aver fatto, unico Papa nella storia, il gran rifiuto in segno di umiltà e per favorire la pace.
Le spoglie di questo pontefice, a ricordo del quale ogni anno si celebra la nota "perdonanza celestiniana" sono conservate nella splendida Basilica di Collemaggio a L'Aquila, meta turistica qualificata.
Proprio a Celestino V l'artista Valeriano Trubbiani si è ispirato per eseguire il progetto della copertina dei voluminoso catalogo del Museo, che contiene testi di Pierluigi Tancredi e Leo Strozzieri, nonché la riproduzione di tutte le opere esposte.
Ben 14 le nazioni rappresentate: Italia, Francia, Germania, Inghilterra, Spagna, Austria, Belgio, Jugoslavia, Polonia, Russia, Albania, Libia, Giappone, Cina.
Sono stati coinvolti non solo mailartisti, ma anche pittori e scultori, alcuni dei quali storicizzati.
Danno prestigio alla raccolta, merito della lungimiranza degli amministratori aquilani, personaggi dei valore di Barisani, Bentivoglio, Biggi, Carmi, Casorati, Kodra, Mandelli, Marotta, Mulas, Nanni, Notari, Ogata, Pace, Patella, Piacesi, Pignotti, Pozzati, Sarri, Titonel, Trubbiani, Tilli, Turchiaro, Emblema, De Filippi, Hsiao Chin, Gandini, Giuli, Guasti.
Tra i cultori della mail art nomi prestigiosi: Angiuoni, Babenko, Belloli, Diotallevi, Collins, Costi, Paci, Le Donne, Jaccarino, Trott, Verineulen .....
Gli organizzatori hanno in mente di arricchire ulteriormente il Museo, nei prossimi anni, con operazioni simili su tematiche sempre di stringente e forte attualità.

Maurizio Vitiello

Sopra  

 
CERIS ARTE
Contenitore d'Arte Moderna e Contemporanea