.

        .

           Maurizio Vitiello su Onorato
                           

"TOTO' NELLE CARICATURE STORICHE DI ONORATO"

Totò

Antonio De Curtis in arte Totò

.......... Alla "Galleria Mediterranea", in via Carlo De Cesare, a due passi dalla centralissima Piazza Trieste e Trento, la città partenopea ha ritrovato per alcune ore il suo Toto'.
.......... Pitture, bozzetti e disegni dagli anni Venti ai Cinquanta sostanziano l'interessante esposizione "Totò nelle caricature storiche di Onorato", che ha avuto il patrocinio dell'Associazione Nazionale Periti d'Arte e Antiquariato e dell'Assessorato alla Cultura della Regione Campania.
.......... Inaugurata dalla figlia del principe del sorriso Liliana De Curtis, amabile signora che viene cinta d'affetto ad ogni comparsa a Napoli quando si ricorda il padre, ha visto presenti moltissimi "addetti ai lavori".
.......... La mostra è stata curata da Paolo Perrone Rurali d'Arezzo in occasione dell'uscita del suo volume illustrato
"TOTO' E ONORATO il principe della comicità e il principe della caricatura teatrale", con interventi esclusivi di Mario Scaccia e Mario Verdone (Nuove Edizioni Culturali/Milano Archivio del Futurismo "Burali"-"A. Viviani"/Arezzo).
.......... La pubblicazione è stata molto apprezzata per la considerevole documentazione fotografica e per gli approfondimenti su Onorato che fu uno straordinario caricaturista.
.......... Moltissimi personaggi del mondo dello spettacolo sono stati immortalati dal segno brillante e divertito di Onorato.
.......... Gli occhi di Onorato fungevano da macchina fotografica e/o da cinepresa.
.......... Registravano con gusto deciso le reazioni e le pose ammicanti, uniche, singolari di chi batteva la polvere del palcoscenico.
.......... Onorato li squadrava ben bene anche nell'intimo e zac eseguiva!
.......... Totò e Onorato sono state due grandi personalità di questo secolo, nascono nel 1898 e ci lasciano nel 1967.
.......... La mostra presenta 25 "pezzi", dal 1927 al 1955.
.......... E' imperniata principalmente su Totò con i suoi guizzi e funambolismi e considera anche altri attori napoletani come i De Filippo, Vittorio De Sica, Nino Taranto, Carlo Croccolo (artista vivente ed attivo), Agostino Salvietti, Raffaele Viviani.
.......... Noi l'abbiamo vista e davvero goduta.
.......... E' un gioiello ed invita al ricordo.
.......... Il tratto intelligente di Onorato sconfina nella storicizzazione di personaggi dell'arte.
.......... Attraverso questi lavori viene riproposto il Teatro.
.......... Insomma, "verve" e messaggi di "Totò & company", se si può dire cosa, sono stati colti da un finissimo disegnatore, interprete di un arco scenico.
.......... Gli attori sono stati per Onorato "sale e pepe".
.......... Le sue elaborazioni grafiche, colorate con puntualità cromatica, perché hanno riservato e riservano un valido contributo alla conoscenza di miti della celluloide e del sipario restano ora indelebilmente incise nella nostra memoria visiva.

Maurizio Vitiello

torna su