.

        .

           Giuseppe Scaiola allo Spazio Annunciata
                           
Spazio Annunciata Via Paolo Sarpi,   44 Milano
Mercoledì 21 Febbraio 2001 alle ore 18,30

Scaiola opera

Un'opera di Scaiola "...a volte nasce al centro"

.......... Mercoledì 21 Febbraio 2001 alle ore 18,30 si inaugura presso la galleria d'arte Spazio Annunciata di Sergio Grossetti in Via Paolo Sarpi 44 a Milano (ingresso da Via Luca Signorelli 2/a) una personale di Giuseppe Scaiola.
.......... Quinta di un ciclo di mostre itineranti in Italia e all'estero, l'esposizione presenta una decina di tele recenti dell'artista ligure, un'opera di grandi dimensioni e un'installazione realizzata appositamente per l'occasione.
.......... Nato a Cairo Montenotte (SV) nel 1951, Giuseppe Scaiola vive a lavora attualmente tra Milano e Savona. Si forma al Liceo Artistico "A. Martini" di Savona dove si diploma nel 1971. Dopo un breve periodo di insegnamento, si iscrive all'Accademia Albertina di Torino dove studia scultura e si diploma nel 1975. Proprio a quell'anno risale la sua partecipazione alla X Quadriennale Nazionale d'Arte di Roma, dove viene subito notato dalla critica per la sua particolare ed originalissima ricerca.
.......... "Fare arte" per Giuseppe Scaiola "è riorganizzare le forze libere che sono in noi e dare loro una direzione ed un senso". Ed è proprio questa ricerca di ordine e di equilibrio che lo guida sin dalle prime opere, dove la meticolosità dei gesto è portata all'estremo, la precisione dei tratto funge da inibitore di forti pulsioni interne. E' il 1979, l'anno della sua prima personale a Milano con la serie delle "suorine" presentata da Gillo Dorfles.
.......... Ma la ricerca artistica di Giuseppe Scaiola è ancora in evoluzione: dal 1983 l'energia finora canalizzata in una compostezza forzata, si evolve trovando forma e potenza nel segno. Cominciano le prime gestualità espressioniste e l'inserimento nell'opera dell'elemento naturale - il legno - come ritorno al primitivo, che caratterizzerà i suoi successivi lavori sino alle opere più recenti. Il tratto diventa manuale e vigoroso, genuino e primordiale come la terra, impetuoso e incontrollabile come la natura, ma pur sempre ordinato e composto, ristretto nella dimensione spaziale della tela.
.......... Ed è proprio il tema della Natura a caratterizzare il lavoro di Giuseppe Scaiola dai primi anni Novanta, filo conduttore anche di questo ultimino ciclo di mostre itineranti, la cui ultima tappa sarà alla Galleria Bergman di Stoccolma (19 Maggio - 20 Giugno 2001). Una Natura luminosa, rigogliosa e dinamica, spesso arricchita da dettagli preziosi e inconsueti, mossa da forze intrinseche contrastanti ma tuttavia ordinata e rigorosa.
.......... E' una finta casualità di allegre piume fluttuanti o di soffici fili d'erba intrecciati che Giuseppe Scaiola ci propone, ma studiata nei minimi dettagli: dall'apporto di elementi figurativi precisi quali i semplici soggetti floreali, all'inserimento di materiale naturale povero, quale il legno essiccato, o all'utilizzo di figure geometriche elementari.
.......... Il contrasto di questo dualismo, che destabilizza l'apparente ordine e riordinano l'apparente caos, dà all'opera di Giuseppe Scaiola la connotazione dell'eterno dubbio, spesso sottolineato anche nella scelta dei titolo: "Terra ferma o terra mossa", "Natura lunga o alta, "La natura si avvolge e si svolge", "La natura nasce a sinistra o a destra".
.......... La personale di Giuseppe Scaiola allo Spazio Annunciata dura sino al 27 Marzo 2001. L'orario d'apertura della galleria è lunedi dalle 15,30 alle 19,00 e dal martedì al sabato dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19,00. Nel catalogo quadrilingue, disponibile in galleria, sono presenti testi di Sepp Hiekisch-Picard, Nicoletta Pallini, Maurizio Vitiello.
 
Per informazioni: Spazio Annunciata Tel. 02.34537186

Sopra  

 
CERIS ARTE
Contenitore d'Arte Moderna e Contemporanea