.

        .

           Maurizio Vitiello su "Futurismo a viva voce"
            
"FUTURISMO A VIVA VOCE"
 
Rassegna di opere a "Villa Bruno" a San Giorgio a Cremano (NA) dei futuristi Giuseppe Antonello Leone, Guglielmo Roehrssen e Vittorio Piscopo, artisti del secondo futurismo.

 

 
..........  Con il patrocinio della Regione Campania (Assessorato all'Istruzione e Cultura) e del Comune di San Giorgio a Cremano (Assessorato alle Risorse e Sviluppo) e con l'organizzazione del Centro Studi "La Fayette" è stata allestita, tra maggio e giugno del 2001, a "Villa Bruno", a San Giorgio a Cremano (Napoli), la rassegna "Futurismo a viva voce".
..........  L'evento, coordinato da Carmine De Novellis, ha visto esposto opere di tre artisti della stagione del secondo futurismo: Giuseppe Antonello Leone (Pratola Serra/AV, 6 luglio 1917), Guglielmo Roehrssen (Ercolano/NA, 10 novembre 1913) e Vittorio Piscopo (Acerra/NA, 24 ottobre 1913) presentati in catalogo da Angelo Calabrese, Mario Maiorino e Aniello Montano.
..........  Il Centro Studi "La Fayette" (Presidente: Patrizia Cillo) è stato orgoglioso di aver realizzato una manifestazione della portata di "Futurismo a viva voce", il cui progetto non è certo di data recentissima.
..........  Risale, infatti, al 1998 l'iniziativa che riservava al sodalizio la prerogativa di realizzare esposizioni di movimenti d'arte e di manifesti estetici, i cui rappresentanti potessero, alla distanza, motivare le ragioni di un'adesione, di un'appartenenza, nella quale la loro autonomia ed autentica operatività si fosse distinta anche per posizioni critiche assunte nei percorsi che sempre vanno dall'entusiasmo alla pratica ragionata.
..........  Il Centro Studi "La Fayette" convenne che avrebbe rivolto l'attenzione alle "voci" di diretta testimonianza individuate appunto nell'ambito delle correnti dell'arte che hanno attraversato il territorio nazionale e quello più diretto della regione campana, in primis il capoluogo.
..........  Si attivò subito per questa rassegna, che vede come protagonisti tre "voci vive" del "Futurismo Campano", testimoni di un'eroica gioventù.
..........  Altre iniziative, intanto e con la giusta autorevole competenza, investigavano nel medesimo ambito ("Arte a Napoli dal 1920 al 1945 Gli anni difficili" con mostre al Maschio Angioino e a Villa Pignatelli, a Napoli, dal 28 ottobre al 5 dicembre 2000, e al Palazzo delle Esposizioni, a Roma, dal 23 dicembre 2000 al 5 febbraio 2001).
..........  Superate le difficoltà organizzative, è stato possibile realizzare "Futurismo a viva voce" solo nel primo anno del nuovo millennio.
..........  L'entusiasmo, tuttavia, è cresciuto e l'interesse per la rassegna si è fatto più forte.
..........  Gli stessi artisti hanno aderito con gioia alla manifestazione che rende loro omaggio ed hanno fornito un sentito e diretto contributo per un approfondimento d'indagine sulla loro opera.
 
Napoli, 2001

Maurizio Vitiello

frecciasu.GIF (1381 byte)  

 
CERIS ARTE
Contenitore d'Arte Moderna e Contemporanea