.

        .

           Maurizio Vitiello su Peter Willburger
                     

"LE INCISIONI DI PETER WILLBURGER"

 

 
 
..........Le opere di Peter Willburger, dopo la mostra di Innsbruck, a pochi passi da Hall in Tirolo, luogo in cui l'artista nacque, sono visibili a Napoli, alla Sala delle Guardie dell'Appartamento Storico di Palazzo Reale, e saranno fruibili prossimamente a Berlino.
..........Del maestro, prematuramente scomparso tre anni fa, si ricordano le efficaci incisioni e i motivati scritti.
..........Peter Willburger in merito al suo trattenimento mediterraneo, durato trent'anni nella tranquilla e solare casa-studio di Raito, ha scritto, tra l'altro: "La costa Ŕ il mio luogo di soggiorno e l'arte, non l'Italia e neppure l'Austria, Ŕ la mia patria. Quando venni sulla costa scoprii l'altro, vale a dire il clima, la luce, l'aria, i segni dell'alternarsi delle stagioni, i venti freddi del Nord e i venti caldi dell'Africa, le tempeste, il paesaggio, gli odori, il mare, le persone, la lingua, il cibo."
..........La mostra partenopea, curata dal serio, bravo e competente Angelo Trimarco, intitolata "Peter Willburger: La natura dell'incisione 1980-1998" riporta i percorsi e i momenti di sviluppo dell'attivitÓ di un maestro della grafica, dalla personalitÓ forte ed articolata.
..........Willburger nel suo lavoro ha cercato sempre l'equilibrio nell'apertura percettiva tra veduta e visione.
..........Il suo tenace sforzo, sostenuto con intensa ed intima partecipazione, ha prodotto, canalizzandosi in emozionanti metamorfosi, intense prove, come dichiarano le "Scale", le "Coste", la serie "Fuga und quod libet", realizzata alla Calcografia Nazionale di Roma per il Castello di Ambras a Innsbruck.
..........Ben illustra e valuta l'evoluzione grafico-incisoria dell'artista, che ha saputo trattare antiche tecniche e nuove soluzioni, con un'altissima e finissima sensibilitÓ, il pregevole ed elegante catalogo, pubblicazione n. 44 dell'Albertina di Vienna, finito di stampare nel 2000 dalle Edizioni Menab˛ di Salerno.
..........Contributi inediti, interventi, testi critici, una selezione dei pi¨ interessanti passi dell'artista ed un'ampia documentazione fotografica ci restituiscono una personalitÓ viva ed attiva, caparbia e capace.

 

Maurizio Vitiello

 

torna su