Fedele Azari (Dinamo)  1895 - 1930

 

 
 
Fedele AZARI, in arte DINAMO.
(Pallanza, Novara 1895 - Milano, 1930)
E' l'esempio più tipico di una vita vissuta da futurista.
Conosciuto Boccioni nel 1916 e, tramite lui, Marinetti, entra nel futurismo.
In guerra come aviatore fotografa le linee nemiche.
Questa esperienza resterà determinante per il resto della sua vita e arte. Come aviatore inventa la pubblicità aerea, si esibisce in voli acrobatici con lancio di volantini, a New York ottiene riconoscimenti come asso dell'aviazione sportiva, fonda la Società Italiana Aviazione Civile, diviene istruttore pilota.
Dall'aviazione egli trae fondi finanziari e ispirazione artistica, divenendo un precursore dell'aereopittura: esperienze di avioteatro, manifesto Il teatro aereo futurista lanciato nel 19 sul duomo di Milano, pitture e scritti come Carlinga Armoniosa.
Nel 1925 fonda la Società Protezione delle Macchine.
La sua frenetica attività artistica s'accompagna a un'intensa vita notturna.
Così l'uso della droga e una crisi nervosa lo spingono al suicidio.
 
Contenitore d'Arte Moderna e Contemporanea