FRONTE NUOVO DELLE ARTI (IL)

 

                 Gruppo di artisti che nel 1946 firmarono il manifesto omonimo.
Il loro progetto di aprire l'arte italiana alle esperienze avanguardistiche europee, fu immediatamente preceduto dal manifesto della Secessione artistica italiana che comprendeva autori operanti a Venezia Roma e Milano, tra i vari ricorderemo il critico Giuseppe Marchiori, Birolli, Cassinari, Guttuso, Leoncillo, Levi, Morlotti, Santomaso, Pizzinato, Vedova, Viani, Afro e Moreni.
                 Nel 1947, il gruppo milanese - Antonio Corpora, Pericle Fazzini, Franchina e Giulio Turcato - espose in una collettiva battezzata, su proposta di Guttuso, Fronte Nuovo delle Arti.
A presentare la nuova corrente fu una serie di critici rinomati Argan, De Micheli, Maltese, Marchiori, Venturi.
                Il Fronte Nuovo delle Arti elaborò un nuovo linguaggio visivo che coniugava realisrno e astrattismo secondo modalità neocubiste: gli stilemi espressionisti furono abbandonati per composizioni formali più strutturate.
                Già nel 1948 Il gruppo subì una scissione che sfociò nella costituzione del Gruppo degli Otto e del Movimento Realista.
Morlotti turcato2
Un'opera di Morlotti ed una di Turcato
 
 
Contenitore d'Arte Moderna e Contemporanea