GRUPPO DEI SEI

 

               Gruppo di artisti formatosi nel 1928 a Torino sotto l'influenza teorica di Edoardo Persico.
                Prendendo le distanze dalla politica culturale del regime fascista e in particolare dal recupero della tradizione nazionale promosso da Novecento, rivendicano una continuitą dell'arte moderna europea nel contesto italiano. Pur senza trascurare gli esempi di Modigliani e della pittura italiana ottocentesca, i Sei di Torino traggono ispirazione da Manet e Dufy, dai Fauves francesi e dagli espressionisti tedeschi, considerati non tanto quali modelli formati da imitare quanto piuttosto come rappresentanti di una posizione antiaccademica e antinaturalistica. Sono Enrico Paulucci, Nicola Galante, Carlo Levi, Jessie Boswell, Francesco Menzio e Gigi Chessa.
                 La loro pittura, improntata all'espressione di un sentimento antieroico, si risolve in delicati rapporti segnici e cromatici inseriti in uno schema compositivo semplificato. Essi giocheranno un importante ruolo nella vita culturale italiana di quel faticoso periodo sia per gli apporti individuali, sia per gli scambi avuti con altri gruppi di reazione sorti negli stessi anni a Milano e a Roma.
 
levi menzio
Opere di Levi, Menzio e Chessa
 
 
Contenitore d'Arte Moderna e Contemporanea