POST HUMAN

 

               L'appellativo Post-Human è stato coniato nel 1992 per una mostra realizzata da Jeffrej Deitch e dedicata alla trasformazione naturale ed artificiale del "nuovo corpo" nella cultura dell'arte contemporanea. Questo movimento, però, trova terreno fertile non solo nella pittura ma anche negli ambienti dove qualsiasi linguaggio visivo e non, possa servire da supporto per far meditare e riflettere. Ben presto spazierà dal linguaggio estetico a quello della letteratura e della fantascienza utilizzando ovviamente differenti tipologie e linguaggi.
           Tra i personaggi più in vista ed eterogenei ricordiamo Jeff Koons e le sue appariscenti sculture e Matthew Barney che utilizza filmati.
 
koons2 koons barney
Due opere di Koons ed un filmato di Barney
 
Contenitore d'Arte Moderna e Contemporanea