Profondamente Dedicato a Sigmund Freud Mostre Eventi

        .

PROFONDAMENTE dedicato a Sigmund Freud- cap. II

Dedicato a Sigmund Freud

 

Capitolo II

 

 PROFONDAMENTE

COMUNICATO  STAMPA
 
MOSTRA: PROFONDAMENTE
dedicato a Sigmund Freud- cap. II
 
Collettiva a cura di Mimma Pasqua
testi di  Donatella Airoldi, Mimma Pasqua, Paolo Stramba Badiale

 

dal 19 aprile al 3 maggio 2007
 
BIBLIOTECA  DERGANO BOVISA via Baldinucci, 76 – Milano. Tel. 0288465807
Tram n° 3 fermata Piazzale Bausan. Passante metropolitana Bovisa.
 
Riferito a Freud
“….; non fece altro che usare la memoria come i vecchi e dire la verità come i bambini.”
W. H. Auden – (1907 – 1973)
da: “Un altro tempo” (1940)
 
ARTISTI
Lorenzo Alagio, Mavi Ferrando, Piero Ferrini, Anna Finetti, Rebecca Forster, Giglio, Gino Gini, Antonella Prota Giurleo, Claudio Grandinetti, Helene Gritsch, Anna Lambardi, Pino Lia, Giorgio Longo, Ruggero Maggi, Marco Magrini, Luchino Malarazza, Massimo Maselli, Sandra Mazzon,  Daniela Miotto, Diego Minuti, Elisabetta Pagani, Federico Simonelli, Armando Tinnirello, Stefano Soddu, Roberto Vecchione.
 
35 artisti esplorano, in occasione del 150esimo anniversario della nascita di Sigmund Freud, quel profondo che l’inventore della psicoanalisi portò alla luce ne L’interpretazione dei sogni, e fece oggetto della terapia analitica.
 
Claudio Grandinetti EX
 
VERNISSAGE giovedì 19 aprile  h. 17,30 
  
Biblioteca Dergano Bovisa
Presentazione a cura di Mimma Pasqua e intervista a Eva Hennigs sui suoi ricordi di Freud.
 
Diego Minuti
 
FINISSAGE giovedì 3 maggio h. 17,30
Conferenza del Dottor Paolo Stramba Badiale su Psicoanalisi e arte: Il gioco delle metafore..
 
Si prevedono visite guidate per scolaresche e per il pubblico.
 
…. l’opera d’arte rappresenta la tappa di una storia di cui il critico si fa cantore e che si è convenuto chiamare ricerca. La mostra è ispirata a Sigmund Freud, nel 150° anniversario della nascita, con opere che raccontano il mondo sommerso dell’inconscio di cui Freud fu lo scopritore....                        Mimma  Pasqua
 
… Freud, pertanto, non si limita a cercare nell’opera d’arte le pulsioni e i ricordi infantili rimossi, ma individua nel necessario adeguamento alla realtà il mezzo in grado di trasformare il sogno in un processo creativo ed artistico…                                                                                          Paolo Stramba Babiale
 
…. Nel suo saggio sul Mosè di Michelangelo Freud scriveva: “ …E se avessimo preso sul serio dettagli che non erano nulla per l’artista,…?” Ogni segreto vale la pena di trattenerlo in estremità più lontane, lasciando l’inconsapevole nelle repliche  successive…                                                    Donatella Airoldi
 

 

Links:
   

frecciagiu  

 
Contenitore d'Arte Moderna e Contemporanea