musei,musei italiani,musei nel mondo,museo george pompidou,moma,castello di rivoli,   Virtual Museum 3    .

  .italia

 
VIRTUAL MUSEUM 3

 

Via Gozzer 19
38051 Borgo Valsugana TN
ITALIA

Il Virtual Museum 3 è uno spazio reale che ospita opere, documentazione ed esposizioni temporanee legate al network di ITINERARI 80. Fondato nel 1998 da Giancarlo Da Lio.

Il Virtual Museum 3 is a real space which contains works, documents and temporary exhibitions linked with ITINERARI 80 network. In 1998 it was founded by Giancarlo Da Lio.

                              
Principali  mostre realizzate al VIRTUAL MUSEUM 3
 
Incontriamoci per l’Inaugurazione                           dal 31 Dicembre 1998 al  14 Gennaio 1999
Passaggio al Nuovo Millennio                                  dal 31 Dicembre 1999 al  31 Gennaio 2000
Non Solo Rete                                                          dal 1 al  6 Gennaio 2001
Semper  Ultra  Limes                                               dal 17 al  25 Gennaio 2001
Omaggio a Ezra Pound                                            dal 7 al  21 Aprile 2001
51 + 51                                                                      dal 17 al  31 Gennaio 2002
Iperspazialismo                                                        dal 12  al  28 Febbraio  2002
Omaggio a Napoli                                                    dal 12  Maggio al 9  Giugno 2002
Omaggio a Carlo Cardazzo                                     dal 1  al  20 Novembre 2003
Extra 50 Presenze alla 50ma Biennale di Venezia  dal 22 Novem. al 10 Dicem. 2003
Exclusive N. 1                                                          dal 24 Dicembre 2003 al 9 Gennaio  2004
Omaggio a Raoul Hausmann                                  dal 17 Gennaio al 4 Febbraio 2004
Iperspazialismo storico & europeo                          dal 22 Febbraio al  5 Maggio 2004
 
 
Presenze al  VIRTUAL MUSEUM 3
 
Tiziana   Baracchi, Graziella Bettinardi, Bruno Blenner, Maurizio Bonolis, Fernanda Borio, Anna Boschi, Remo Brindisi, Yolaine Carlier, Francesco Casorati, Placido Castaldi, Alessandro Ceccotto, Piermario Ciani, Riccardo Dabalà, Maria Pia Daidone, Fernando De Filippi, Andrea Della Rossa, Osvaldo Forno, Daniele Fissore, Peter Frieslander (PLG), Aldo Fulchignoni, Giuseppe Grosso, Cesare Iezzi, Ettore Le Donne, Oronzo Liuzzi, Giuseppe Masciarelli, Enrico Michieletto, Milena Milani, Renato Milo, Vincenzo Montella, Keizo Morishita, Ugo Nespolo, Antonio Paciocco, Rémy Pénard, Antonio Perrottelli, Marta Pilone, Concetto Pozzati, Antonio Riello, Paolo Rosso, Roberto Sanchez, Fulgor C. Silvi, Tino Stefanoni, Salvatore Starace, Threrayut Switashart, Manolis Thomakakis, Giovanni Viesi,Toni Zarpellon

UN’ IDEA DI MUSEO

Il VIRTUAL MUSEUM 3 è una nuova affermazione della filosofia che sta alla base del Movimento ITINERARI 80 sul significato e l’uso dello spazio alternativo per la conoscenza dell’arte contemporanea. Una continuità ideologica che non ammette deviazioni ma solo nuovi elementi di affermazione al di fuori dei canali tradizionali che si sono dimostrati incapaci nell’affermare nuove idee. E’ anche un riaffermare l’idea di decentramento così cara a certe forze progressiste  ma mai realizzata se non nel dare qualche posto di lavoro ai vari tesserati, con notevole spreco di denaro e mancanza di rispetto per ciò che è pubblico. Il VIRTUAL MUSEUM 3  è l’affermazione di un’idea o meglio il continuo avanzare di un’idea e di come si possa produrre e credere nella dignità del proprio fare al di là di ogni piccolo gioco che porta solo alla sterilità delle idee. Quelle idee che sono alla base di un’ideologia. Parola che i più, dopo essersene servita nel più deleterio dei modi, ne dichiarano la morte dimenticando che la radice dell’ideologia è nella parola idea. E’ possibile che tutte le idee siano morte? Ci saranno nuove idee? E’ da pensare che fino a quando esisteranno uomini capaci di produrre idee in tutti i campi della vita l’umanità avrà una chance di salvezza. In quest’ ottica si pone il VIRTUAL MUSEUM 3: come nuovo frutto dell’ albero che ha iniziato a vivere negli anni ottanta e che con il passare delle stagioni continua a dare frutti sempre più interessanti.
Questa rara pianta va accudita.

                                                                                                        Giancarlo  Da Lio

Giancarlo Da Lio
 

frecciagiu  

 
Contenitore d'Arte Moderna e Contemporanea