Gabriello Grandinetti Architetto Italiano Architettura Car Design Bertone Superstudio Archizoom Ziggurath Alberto Breschi Palazzo Pitti TecnhotelGabriello Grandinetti
 
Tra il ’77 e l ’80 collabora con l’ Università della Calabria e svolge seminari didattici presso il Dipartimento di Pianificazione Territoriale  su temi di architettura, esplorati nel corso dei suoi stages all’estero, che spaziano dal “ Centro Pompidou “ di Parigi alla morfologia urbana di Manhattan, a New York.
Ha ottenuto incarichi free lance per la docenza a corsi di comunicazione e grafica editoriale (su progetto CEE) e presso la sede dell’Università a Distanza (CUD)  nell’ ambito del modulo: Tecniche e prodotti della Comunicazione  di cui è autore del testo didattico.
Collabora , con articoli di critica, alla redazione di riviste di design, pubblicazioni universitarie, e progetti editoriali ricoprendone  incarichi di art director.
In campo professionale indaga su diversi campi d’indagine e a varie scale, persuaso della circolarità di un percorso di progettazione integrata che inizia con l’architettura e attraversa l’interior design diventando un luogo aperto alla percezione e alla comunicazione.
I suoi lavori hanno ottenuto riconoscimenti sulla stampa specializzata.
Nel ’91 è vincitore del concorso nazionale di design “ Una camera per l’ Europa” il cui modulo di cellula alberghiera sarà allestito per il Tecnhotel alla Fiera di Genova e presentato alla stampa nazionale ed estera. È in tale direzione che sviluppa, avvalendosi del know- how di importanti aziende di contract
  alberghiero: Ceccotti, Moroso, Saporiti, Bero design, una serie di progetti per alberghi 4 stelle (Hotel Executive - Nord Hotel, Hotel Centrale - Best Western, Hotel Majorana). In occasione dell’Expo’92 di Milano è invitato a presentare   al Workshop  di design : “l”Hotel Executive , progetto e produzione integrale  che nel ’94 ottiene la Nomination nell’ambito del premio “Hotel of the year” al Salone

 

Gabriello Grandinetti al MoMa nel 1990 davanti
all'opera di Umberto Boccioni La città che sale
 
Internazionale di Rimini.
In questo ambito progettuale può esplorare liberamente su un metodo positivista di tipo High-Tech liberato dall’influenza e dai grigiori della cultura regionalistica  del parastato.
È consulente di disegno industriale per la realizzazione di prototipi di chassis per  macchine utensili presentati nel ‘92 alla Fiera Internazionale della Ruhr a Essen   (Germania) e  alla Fiera Internazionale di Bilbao (Spagna).
Nel riaffermare una progettualità permeata di eclettismo firma nel 2000 il restauro dell’edificio razionalista della G.I.L. (Gioventù Italiana del Littorio, 1937) di Cosenza denominato Cinema Italia di cui curerà anche il restyling degli interni.
Nel 2003, in occasione del semestre di Presidenza Italiana al Consiglio della  U.E., progetta a Bruxelles l’Esposizione di  Arte e Design della tavola a cura dell’Istituto Nazionale del Commercio Estero (ICE) con il patrocinio della regione Calabria.
Nell’ambito dei servizi sanitari progetta il centro polivalente di diagnostica medica “Biocontrol” di Cosenza che nel 2007 Eurispes seleziona nel rapporto “Nostra Eccellenza, cento casi di successo nel sistema Italia”.
www.guzzardi.it/gabriellograndinetti.html
INFO: Architetto Gabriello Grandinetti - Studio: Piazza E. Cenisio, 23  87100 Cosenza Italia - Tel. 0984 75187 - E-mail: gabriellograndinetti@alice.it - gabriellograndinetti@tiscali.it